Cronaca

Post offensivo sul carabiniere, finora nessun provvedimento nei confronti dell’insegnante

Quello che risulta è l’apertura del procedimento disciplinare da parte dell’ufficio scolastico regionale e di un fascicolo da parte della Procura della Repubblica

Nessuna sospensione, al momento, per Eliana Frontini, l’insegnante novarese finita alla ribalta delle cronache nazionali per il post ormai noto pubblicato dopo l’omicidio del vice brigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega.

Quello che risulta, di contro, è l’apertura, nella mattinata di ieri, lunedì 29 luglio, del procedimento disciplinare da parte dell’ufficio scolastico regionale e di un fascicolo da parte della Procura della Repubblica di Novara per il reato, ipotizzato al momento contro ignoti, di vilipendio delle forze armate.

 

 

«A fronte delle ultime notizie – spiega il procuratore capo di Novara, Marilinda Mineccia – dobbiamo fare accertamenti».

Tornando al versante lavorativo, l’insegnante è stata convocata per l’audizione a difesa (nel corso della quale potrà fornire la sua versione dei fatti) dall’ufficio scolastico regionale per il 2 settembre prossimo. Quello che viene contestato alla professoressa novarese è «la violazione dei doveri d’ufficio per avere tenuto una condotta gravemente in contrasto con la funzione educativa e gravemente lesiva dell’immagine della scuola, della pubblica amministrazione, degli alunni e delle famiglie – afferma il direttore generale Fabrizio Manca – Il tenore di quelle frasi, che hanno scosso e indignato l’opinione pubblica, era offensivo​ della memoria della vittima, dei suoi familiari, dell’immagine dell’Arma e di quella di tutte le forze dell’ordine preposte alla sicurezza dei cittadini, nonché, ovviamente, del Miur e della Scuola come presidio per l’educazione e la formazione delle nuove generazioni».

  1. Avatar
    Maria grazia

    Fossi un allievo/a dell’insegande o un familiare degli alunni rivedendola in classe lascerei l’aula oppure se fossi il genitore toglierei mio figlio
    Non può passare inosservata una ifrase di questa portata

  2. Avatar

    Con che coraggio si presenterebbe a scuola sapendo che nella sua classe potrebbero esserci figli di carabinieri, poliziotti, finanzieri e forze dell’ordine in genere. Con che faccia potrebbe guardare negli occhi questi ragazzi. Fossi uno di questi studenti mi alzerei ed uscirei di classe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,