Cronaca In città

Per non dimenticare chi muore di speranza

Giovedì una serata di preghiera in memoria dei morti lungo le rotte verso l'Europa. Promuove la Caritas Diocesana con diverse organizzazioni cattoliche e con la Chiesa Valdese

Sarà don Giorgio Borroni, direttore della Caritas Diocesana, a presiedere questi giovedì 5 luglio nella Chiesa di Sant’Eufemia in via Magnani Ricotti a Novara la preghiera in memoria di quanti perdono la vita nei viaggi verso l’Europa. Una serata significativamente intitolata “Morire di speranza”, promossa dalla Caritas Diocesana Novarese con la Comunità di Sant’Egidio e numerose organizzazioni cattoliche(I Gruppi di Volontariato Vincenziano, l’Azione Cattolica, le Acli, LIberazione e Speranza, Rinascita Cristiana, il Rinnovamento Carismatico, il Movimento dei Focolari) e con l’adesione della Chiesa Valdese Metodista di Novara.

L’iniziativa assume un carattere di particolare significato in questi giorni in cui il dibattito sul tema delle migrazioni assume sempre più toni violenti e di forte contrapposizione. Ed è una occasione per il mondo ecclesiale per assumere una posizione nitida nei confronti della situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,