Cronaca In città Sport
stroncato da infarto

Pala Terdoppio: piscina «chiusa per altri due giorni, problemi allo scambiatore»

Intoppo sorto «nella vasca piccola a collaudo già effettuato – spiega l'assessore allo Sport Federico Perugini – Già attivata l'azienda che ha eseguito i lavori di sostituzione delle pompe idrauliche per un nuovo intervento»

Piscina ancora al freddo al Pala Terdoppio, che resterà chiusa per almeno altri due giorni. Si prolunga l’attesa dei nuotatori, costretti a una pausa forzata dai lavori di sostituzione delle pompe idrauliche, il cui termine era stato previsto per il 30 aprile. Ma nelle ultime ore è sorto un nuovo intoppo inatteso. «Il problema si è presentato nella vasca piccola, successivamente al collaudo – spiega l’assessore allo Sport Federico Perugini – Tutto sembrava essere a posto, invece nelle ultime ore è emerso che nella vasca piccola la temperatura dell’acqua era troppo bassa. Da quanto ci risulta ci sarebbe un malfunzionamento dello scambiatore, per cui abbiamo già richiesto l’intervento della ditta che ha eseguito i lavori: ci vorranno altri due giorni per poter sistemare il tutto».
Ci vorrà quindi ancora un po’ di pazienza prima di poter nuotare in acque tiepide. Le temperature delle vasche è una problematica con cui gli utenti del Pala Terdoppio hanno dovuto convivere per anni, come avevamo raccontato in un precedente servizio su La Voce, perché le vecchie caldaie davano continui problemi di blocco, come confermato anche da Perugini nel replicare ai disagi lamentati dalla società Waterpolo per la sospensione dell’attività natatoria, in concomitanza con i lavori di sostituzione dell’impianto, partiti lo scorso 27 aprile. «Il momentaneo disagio è per un intervento positivo che durerà per i prossimi anni», aveva risposto l’assessore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

Sponsorizzato

La pubblicità su La Voce? PIù spendi più guadagni

La pubblicità su La Voce? Più spendi più guadagni

Lo sapevi che più pubblicità fai sul nostro quotidiano on line e sul nostro free press più guardagni? Da quest’anno, infatti, è stato approvato il cosiddetto Bonus Pubblicità che permette alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli enti non commerciali di usufrire di un credito d’imposta in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa. L’ammontare del beneficio Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati e, addirittura, del 90% nel caso si tratti di microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative.