Cronaca Economia

Nuovi punti di grande distribuzione e vecchie polemiche

Dopo la notizia della prossima apertura in città di due nuovi esercizi commerciali, dubbi e perplessità arrivano dal gruppo consiliare del Pd e da Fedeconsumatori mentre dal Mercato coperto si resta in attesa di sviluppi. Mentre l'assessore al Commercio dichiara che il Comune non può bloccare questi insediamenti

Nuovi (forse) punti di grande distribuzione in via di apertura in città, vecchie polemiche. È bastato che si diffondesse la notizia della prossima realizzazione di due nuovi esercizi commerciali di questo tipo lungo corso della Vittoria, perché venisse in qualche modo innescato un nuovo scontro politico.

Il primo affondo è arrivato dal Partito Democratico che, attraverso un comunicato diffuso dal proprio gruppo consiliare di Palazzo Cabrino, ha espresso la propria perplessità di fronte a questo annuncio, chiedendosi «se davvero siano necessari ulteriori insediamenti di questo tipo». Per il consigliere Rossano Pirovano e i suoi colleghi la città «è ampiamente servita dalla grande distribuzione così come i cittadini». Ma davvero, si è chiesto il gruppo “dem” nel suo documento, «la vocazione della città possa essere solo la logistica ed i supermercati», affermando come lo stesso sindaco Alessandro Canelli, in occasione della recente apertura di un supermercato in zona Porta Mortara, avesse dichiarato «che sarebbe stato l’ultimo».

 

 

Il Pd non ha mancato di toccare anche le problematiche attraversate tanto dagli operatori del Mercato coperto quanto dai titolari dei cosiddetti esercizi di prossimità. E se dalla struttura di viale Dante c’è poca voglia (per ora) di parlare in attesa degli ulteriori sviluppi su una situazione che è in sospeso da mesi, proprio sulle priorità delle quali necessiterebbe lo storico esercizio, così come sulla tutela mercatini domenicali, si registra una presa di posizione di Federconsumatori Novara che in un suo comunicato ha manifestato interesse in merito alle recenti dichiarazioni dell’assessore al Commercio Elisabetta Franzoni «circa la necessità di ridare slancio all’attività del mercato coperto, elencando tutte quelle richieste da tempo avanzate dagli operatori». Per quanto riguarda i mercatini viene ribadito come «essi debbano rispondere a tutte le normative e disposizioni amministrative vigenti», manifestando infine «forti perplessità sul sorgere di nuove attività commerciali legate alla grande distribuzione», che andrebbero a svantaggio dei cosiddetti “piccoli”.

In merito alla vicenda la posizione dell’Amministrazione del capoluogo è stata ribadita dall’assessore Franzoni, per la quale «il Comune non può bloccare questo tipo di insediamento se i requisiti richiesti sono rispettati e, in particolar modo, se l’area interessata ha una destinazione urbanistica di tipo commerciale. Quello che possiamo sollecitare, però, è che, in caso di trasferimento o altro ancora, i responsabili di questi centri si impegnino a ricollocare completamente la struttura, evitando quel fenomeno di abbandono del sito che potrebbe incoraggiare situazioni poco edificanti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,