Cronaca In città

“Io non rischio”, la protezione civile in piazza

A Novara l'iniziativa è stata coordinata da UVERP in collaborazione con diverse società sportive

Protezione civile nelle piazze di tutto il Piemonte oggi, sabato 14 ottobre, per l’appuntamento con ‘Io non rischio’, l’iniziativa che vede il volontariato di Protezione civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica insieme per comunicare i rischi naturali che interessano l’Italia. Iniziative, oltre che a Torino, sono previste in tutti i capoluoghi di provincia. “La campagna qualifica la professionalità dei nostri volontari – commenta l’assessore alla Protezione civile della Regione Piemonte, Alberto Valmaggia – facendoli diventare comunicatori di buone pratiche che accompagnano i cittadini nell’approfondire la conoscenza del proprio territorio, per migliorarne la tutela e la prevenzione dai rischi.”.

A Novara l’iniziativa, coordinata dai volontari dell’UVERP si è avvalsa della collaborazione di alcune società sportive e si è svolta in piazza delle Erbe, riscuotendo un ottimo successo e risultatando molto coinvolgente per tutte le fasce d’età. Lo scopo dell’iniziativa è quello di sensibilizzare la popolazione sul rischio idrogeologico del nostro territorio.

Giovanni Pezzetta, presidente di UVERT onlus, spiega (vedi video intervista) per “La Voce di Novara” il tema della giornata “Io non rischio”, che si è focalizzata in particolare sul tema del rischio idrogeologico. Pezzetta, coadiuvato da un nutrito gruppo di volontari ha raccontato alla città il prezioso lavoro di prevenzione e di aiuto in caso di emergenza. «La città di Novara, rispetto ad altri territori Italiani, è abbastanza fortunata in quanto esposta a basso rischio sismico e non altissimo rischio idrogeologico. Tuttavia nessuno può stare completamente tranquillo ed abbassare la guardia, per questo oggi siamo qui a raccontare ai cittadini quali siano i rischi della nostra provincia e quali le zone più esposte. Un’adeguata conoscenza di questi aspetti da parte della popolazione è fondamentale.»

Come ha ricordato il capo della Protezione Civile Angeo Borrelli, “La Giornata ruota sul ruolo dei cittadini, che sono attori e beneficiari della nostra attività; per la prima volta si parla non solo di diritti ma anche di doveri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati