Cronaca Taccuino del cronista

‘Ndrangheta nelle urne delle elezioni regionali

Arrestato l'assessore Roberto Rosso per aver stipulato un "patto di scambio" del valore di 15 mila euro allo scopo di ottenere un "pacchetto di voti"

Nella giornata di ieri, nel corso dell’operazione Fenice, 150 militari della Guardia di Finanza di Torino, con il coordinamento della locale Direzione distrettuale antimafia, hanno eseguito otto misure cautelari in carcere emesse dal Gip del tribunale di Torino a carico di soggetti ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere di stampo mafioso, scambio elettorale politico mafioso, reati fiscali per 16 milioni di euro.

 

 

L’attività costituisce lo sviluppo dell’operazione Carminius che aveva già portato, nel marzo di quest’anno, all’esecuzione di un analogo provvedimento a carico di numerosi soggetti appartenenti alla medesima struttura ‘ndraghetista radicata nel territorio torinese mettendo in luce figure di spessore quali Onofrio Garcea e Francesco Viterbo che hanno organizzato gli assetti del sodalizio.

Come già anticipato ieri mattina (leggi qui) è stato appurato come questa consorteria abbia manifestato la propria ingerenza anche in occasione delle ultime elezioni regionali stipulando un “patto di scambio” con l’assessore di Fratelli d’Italia, Roberto Rosso (che nella giornata di ieri ha rassegnato le dimissioni subito accettate dal governatore Cirio) per il valore di 15 mila euro allo scopo di ottenere un “pacchetto di voti” avvalendosi della mediazione di Enza Colavito e Carlo De Bellis.

Come è noto le elezioni si sono concluse con un ottimo risultato per Rosso nella circoscrizione di Torino e al conseguente nomina ad assessore.

Dalle indagini è emersa la piena consapevolezza del politico e dei suoi intermediari circa la intraneità mafiosa dei loro interlocutori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati