Cronaca

Mobilità: Novara un po’ più elettrica

La SUN (Servizi Urbani Novaresi), società partecipata del Comune di Novara che gestisce il trasporto pubblico, consolida la vocazione alla sostenibili mettendo su strada i primi tre autobus a trazione elettrica della sua flotta.

I mezzi sono stati realizzati da BYD, società cinese di Shenzen e sono stati acquistati dalla Regione Piemonte grazie alle risorse messe a disposizione nel 2014 dal Ministero dell’Ambiente e verranno utilizzati sulla linea 5. L’arrivo dei tre bus realizza concretamente un accordo con la Regione Piemonte che era stato sottoscritto nel dicembre 2015 dall’allora amministratore unico di Sun, Luigi Martinoli.

«Ogni autobus – come ha spiegato l’attuale A.U., Marzio Liuni –  sarà lungo 12 metri, avrà 77 posti con un’autonomia pari a circa 300 chilometri».

Gli autobus sono molto silenziosi e al di sotto della soglia di rumore tipico degli ambienti urbani. Per questo motivo sono dotati di avvisatore acustico per segnalare la presenza del veicolo a pedoni e ciclisti

Per l’azienda novarese del trasporto pubblico si tratta di un piccolo primato: insieme a GTT di Torino, la Sun è infatti la prima in Italia a mettere su strada questo tipo di mezzo.

L’investimento della Sun sugli autobus elettrici è un altro passo avanti sulla strada chiaramente tracciata negli anni passati, nel solco della scelta di adesione ai principi dell’Accordo di Parigi.

Una scelta che prova a coinvolgere  anche la mobilità privata. Già da oltre un anno infatti sono attive in città 4 nuove postazioni con colonnine per la ricarica delle vetture a trazione elettrica-

Si tratta di una iniziativa partita nel 2015 con la riforma del sistema della sosta noto come “Piano MUSA”. Le postazioni sono in via Marconi, in Viale Turati, in Largo degli Alpini e in Via Manzoni e sono state installate dalla società Nord Ovest Parcheggi in collaborazione con ENEL e Comune di Novara. Il piano MUSA tra l’altro prevede anche la possibilità per chi ha un’auto elettrica di parcheggiare gratuitamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati