Cronaca Giudiziaria

Lite finita a coltellate, trentenne condannato a 2 anni

Era accaduto a Galliate alla fine di dicembre dell’anno scorso. L’uomo, ivoriano, fu arrestato ed è finito a processo con l’accusa di tentato omicidio. Ieri la condanna a 2 anni per lesioni

A processo con l’accusa di tentato omicidio, condannato per lesioni. E’ finito con una condanna a 2 anni il procedimento a carico di un trentasettenne ivoriano che era stato arrestato la notte del 28 dicembre dell’anno scorso dai carabinieri intervenuti in un’abitazione di Galliate dopo la segnalazione di una violenta  lite in corso tra stranieri.

 

 

Alla base della discussione, sfociata poi in aggressione, motivi non del tutto chiariti.  La vittima, di nazionalità marocchina aveva riportato lesioni giudicate guaribili in una decina di giorni, mentre l’ivoriano era stato portato in carcere con l’accusa di tentato omicidio.

Ieri davanti ai giudici del collegio, l’uomo, assistito dall’avvocato Stefano Salvioni, si è difeso raccontando la sua versione dei fatti; il pubblico ministero ha chiesto la derubricazione del reato da tentato omicidio in lesioni, e ne ha chiesto la condanna a 2 anni e 15 giorni.

Il tribunale lo ha condannato a 2 anni e un mese, ordinando la sua scarcerazione e disponendo per lui la misura dell’obbligo di presentazione ai carabinieri.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati