Cronaca

L’insegnante novarese cambia versione: «Quel post non l’ho scritto io»

Dopo le scuse e l'ammissione del gesto, la professoressa fa dietrofront: «Quando verrò sentita comunicherò il nome della persona che ha agito»

L’insegnante novarese cambia versione: «Quel post non l’ho scritto io». Dopo le scuse e l’ammissione del gesto la professoressa, fa dietrofront: «Quando verrò sentita comunicherò il nome della persona che ha agito».

Eliana Frontini, da sabato nella bufera per il commento pubblicato su Facebook contro il vicebrigadiere ucciso a Roma, ritratta la prima versione durante la quale aveva dichiarato di essere lei l’autrice della frase incriminata.

 

 

«Per motivi che spiegherò solo a chi di dovere, mi sono assunta una responsabilità non mia – sostiene – non si è trattato di hackeraggio, semplicemente è stato usato il mio account e il mio computer. Non l’ho detto prima perché non credevo che la vicenda assumesse questo peso. Ho subito chiesto scusa, anche se mi rendo conto che si tratta di ben poca cosa rispetto alla gravità di quelle affermazioni. Ora, però, è il caso di riportare la vicenda alle sue dimensioni reali».

A scrivere il commento potrebbe essere stato un famigliare. «Quando verrò sentita dall’Ufficio scolastico territoriale o eventualmente da altri organi – aggiunge – comunicherò il nome della persona che ha agito. Una persona che è pronta ad assumersi le sue responsabilità».

Leggi anche

https://www.lavocedinovara.com/opinioni-2/tenere-a-freno-il-tasto-invio-non-e-da-tutti/

https://www.lavocedinovara.com/cronaca/la-gogna-mediatica-investe-indirettamente-il-carabiniere-ucciso-a-roma/

https://www.lavocedinovara.com/cronaca/post-di-fb-contro-il-carabiniere-ucciso-anche-il-questore-interviene/

https://www.lavocedinovara.com/cronaca/post-contro-il-carabiniere-ucciso-stigmatizzazione-unanime-da-parte-delle-istituzioni/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,