Cronaca In città

Le fontane di Novara: si possono davvero chiamare così?

È sufficiente un tour della città per rendersi conto di quante siano quelle sparse per il capoluogo, e non solo in centro

Le fontane di Novara: si possono davvero chiamare così? È sufficiente un tour della città per rendersi conto di quante siano quelle sparse per il capoluogo, e non solo in centro. Fontane o presunte tali, dato lo stato di abbandono della maggior parte. A cominciare da quella che tutti conoscono: la fontana grande del Parco dei bambini, risistemata da poco tempo, e già imbrattata di scritte, senza contare che l’acqua è verde e schiumosa, così come quella della fontana piccola del Parco, piena di mucillagine e maleodorante.

 

 

Dello stesso tenore è la fontana dell’Allea rimessa a nuovo da Assa nel mese di settembre del 2017: si è trasformata in un cestino per rifiuti oltre al fatto che il fondale non si vede tanto è torbida l’acqua. Lo stesso intervento di Assa aveva interessato anche la fontana tra via Valsesia e viale Europa: il prato e i fiori intorno sono tenuti abbastanza bene, ma l’acqua non si vede da un pezzo.

Poco distante dall’Allea, la storica fontana della scalinata Vittorio Veneto piena di muschio e mucillagine, ma che almeno in questo caso si adattano all’ambiente circostante.

Maglia nera per la fontana di viale Ferrucci, sul retro del liceo classico, abbandonata a se stessa e diventata contenitore del non recuperabile: giornali, mozziconi di sigaretta, preservativi e una base di marmo per gli ombrelloni.

Anche la fontana degli anni ’50 di fronte alla Questura, rimessa a nuovo un anno fa grazie all’intervento del Comitato Clubs novaresi “Giampaolo Ferrari”  e Acqua Novara Vco, non brilla per la pulizia: anche qui l’acqua è verde e torbida e sui lati più lunghi il muschio fa bella mostra di sè.

Le fontane che, al momento, sembrano mostrare meno problemi di altre sono quelle della stazione (che comunque non è possibile osservare da vicino in quanto è al centro di un prato non calpestabile) e la fontana degli anni ’30 sul muro di cinta dell’ospedale, all’angolo tra corso Mazzini e baluardo Massimo D’Azeglio.

Due, invece, le fontane dimenticate e fuori uso da tempo: una si trova all’inizio di baluardo Partigiani, meglio nota come la fontana di San Bernardo, per molti novaresi solo un monumento; ferma dagli anni ’70 quando dai quattro fori ai lati della base di marmo zampillava ancora l’acqua. L’altra, o meglio le altre, sono quelle lungo la scalinata del convento di Nazzaro della Costa in funzione fino agli anni ’80/’90: ciò che rimane sono le vasche di marmo completamente invase dalle erbacce.

Intanto è della giornata di ieri la notizia secondo cui la fontana di piazza Sacro Cuore, anche questa in pessime condizioni, sarà riqualificata anche attraverso il recupero conservativo del monumento grazie a una convenzione tra il Comune e Acqua Novara Vco: «La fontana – spiega l’assessore alla Cura della Città, Mario Paganini – è priva del sistema di ricircolo dell’acqua e, per questa ragione, la sua attivazione genera una notevole dispersione: abbiamo pertanto richiesto di realizzare, nelle prossime settimane, un sistema di ricircolo per ridurre le perdite d’acqua. I successivi costi resteranno a carico del Comune, mentre gli interventi di manutenzione saranno a cura di Assa».

Questo slideshow richiede JavaScript.

  1. Avatar
    Mario Grella

    In un paese normale si potrebbe dire una vergogna, qui ormai gli aggettivi non servono più a niente…

    • Avatar

      Ennesimo esempio di degrado cittadino,di disinteresse .amministrativo e di maleducazione dei novaresi tali o sedicenti.
      Povera città!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,