Cronaca In città

Le cartoline della Provincia al Castello di Novara

Allestito uno stand a cura dell'Atl e dell'amministrazione di Palazzo Natta

È stato inaugurato ieri pomeriggio (19 novembre) lo stand dedicato alle cartoline dei Comuni novaresi realizzato dalla Provincia e dall’Agenzia turistica locale della Provincia di Novara all’interno del Castello visconteo-sforzesco che, in queste settimane e fino al prossimo febbraio, ospita ben tre mostre di successo: “Ottocento in collezione”, “Andy Warhol – linguaggi pop” e “Eco. Opere di Enrica Borghi”. Con l’obiettivo di valorizzare il territorio dal punto di vista turistico e culturale, è stato promosso infatti il progetto “Una Provincia in cartolina” con le più belle cartoline degli ottantotto Comuni del territorio novarese. Si tratta di un’iniziativa frutto ed espressione della collaborazione della rete culturale che la Provincia ha creato grazie al “Sistema culturale novarese” che ha permesso di valorizzare i beni e le risorse locali avviando una proficuo rapporto tra le Istituzioni che hanno a cuore il nostro territorio dai Comuni, alla stessa Atl, alle Pro Loco, a vari sodalizi culturali.
Le cartoline sono state in parte distribuite e sono tuttora in distribuzione attraverso i Comuni interessati, l’Atl e nel corso di iniziative organizzate nel Novarese.

«Il progetto “Una Provincia in cartolina – spiega Maria Rosa Fagnoni, presidente di Atl – può essere scoperto attraverso gli scatti dei luoghi più belli e significativi della nostra terra. Paesaggi, vedute, ambienti sono il mezzo che ci consente di raccontare la bellezza della nostra realtà. Lo stand allestito al Castello visconteo-sforzesco è l’occasione per raccogliere e collezionare le immagini che rappresentano un vero e proprio simbolo e la peculiarità dei numerosi Comuni»

Il Consigliere provinciale delegato al Turismo e Marketing territoriale Ivan De Grandis rimarca il fatto che «quella del Castello visconteo-sforzesco è una vetrina molto importante, che mediamente intercetta duemila visitatori a weekend. Numerose persone arrivano da Liguria e Lombardia ed è una buona opportunità per promuovere il nostro territorio a chi non lo conosce o lo conosce poco. L’obiettivo è attrarre visitatori: anche un’iniziativa di questo genere può contribuire a fare conoscere i nostri paesi e a invogliare i turisti a visitarli».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati