Cronaca In provincia

L’antidoto alle buche? Limiti di velocità da 70 a 30 km orari

Accade sulla Novara-Vercelli «tra Orfengo e Cameriano», come segnala un lettore, ma non solo. La Provincia: «Partiti lavori da 675.000 euro sulle strade ritenute più urgenti. Il rallentamento è solo temporaneo e vuole prevenire danni o incidenti»

La strada è piena di buche e così il limite di velocità sulla provinciale si abbassa da 70 a 30 chilometri l’ora. Accade fra Novara e Vercelli, come ci ha segnalato un lettore: «Il segnale con velocità massima 30 orari si trova dopo il passaggio nel centro abitato di Orfengo fino a Cameriano, in entrambe le direzioni di marcia». Ma non solo, come conferma la Provincia di Novara.

Per gli automobilisti pendolari della Novara-Vercelli, strada particolarmente trafficata, si tratta di un motivo in più per armarsi di pazienza. Ma il lettore de La Voce va oltre: «Quindi parrebbe si siano creati l’alibi per non rispondere di eventuali danni ai veicoli e sinistri dovuti alle buche sulla strada mal ridotta anziché provvedere alla loro sistemazione. Quindi se ne lavano la mani come Ponzio Pilato?», si chiede con un pizzico di ironia.

«Non è esattamente così: non vogliamo sgravarci di responsabilità, ma evitare l’insorgere di pericoli – replicano da Palazzo Natta – I cartelli con limite 30 chilometri orari sono stati posizionati a scopo preventivo anche fra Romentino e Trecate, fra Garbagna e Novara e in altre strade a minore percorrenza proprio per segnalare il degrado in cui versano ed evitare eventuali danni o, peggio, incidenti ai mezzi in transito». Dalla Provincia ammettono che in passato «nonostante la strada fosse stata a posto, così come i guard rail, l’ente era stato costretto a risarcire un automobilista coinvolto in un incidente, nonostante avesse le gomme sgonfie e la revisione scaduta».

Velocità ridotta contro le strade gruviera, dunque. «Ma si tratta di una misura soltanto temporanea, adottata anche in altre Province, dove lo stato delle strade è ben peggiore del nostro (fra Gaglianico e Rovasenda, ad esempio, il limite è addirittura di 20 chilometri) – sottolineano ancora da Palazzo Natta – La scorsa settimana è stato approvato un decreto, tramite cui la Provincia ha a disposizione 675.000 euro più Iva per interventi urgenti sulle strade di propria competenza, quali asfaltature, coperture di buche e sistemazione dei guard rail. I primi interventi sono già partiti e saranno completati nei prossimi mesi».

Per la provinciale 11 lo stanziamento complessivo è di 114.000 euro più Iva. Nell’elenco degli interventi urgenti rientrano, inoltre: la 229 (km 37+300 attraversamento ferroviario), la 44, 45 e 46 in zona lago d’Orta, la 159 di Montrigiasco, la 142 del Biellese, la 32 dir. “Borgomanero-SS32”, la 30 “di Comignago, la 29 “Pombia-Castelletto Ticino”, la 23 “Fontaneto-Cressa-Divignano”, la 13 “di Grignasco” (curva Leone Grignasco e curva Ara), la 299 della Valsesia (dal km 33+100 al km 34+510 Ponte Sesia – Confine Vercelli), la 142 del Biellese (dal Km 36+900 al 37+100 tra Borgomanero e Romagnano), la 20 “Agnellengo-Barengo-Fara Novarese” (dal km 6+000 al km 7+000), la 4 “Ovesticino”, la 17 “Ticino-Oleggio-Proh” e la 211 “della Lomellina”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati