Cronaca Tempo libero

«La passione per il volo? È nata dal poster di un Tornado»

Nella pattuglia acrobatica militare c'è anche un ossolano, il capitano Alessio Ghersi, 30 anni, originario di Domodossola. Lo abbiamo incontrato all'aeroporto di Cameri appena dopo l'atterraggio del suo velivolo di ritorno dalle prove per l'air show che si terrà domani a Linate

«La passione per il volo? È nata dal poster di un Tornado». Nella pattuglia acrobatica militare c’è anche un ossolano, il capitano Alessio Ghersi, 30 anni, originario di Domodossola.

Da un anno vola con le Frecce e oggi, per la prima, ha sorvolato i cieli della sua terra d’origine. Lo abbiamo incontrato all’aeroporto di Cameri (leggi qui) appena dopo l’atterraggio del suo velivolo di ritorno dalle prove per l’air show che si terrà domani a Linate.

 

 

Quante ore di volo sono necessarie per pilotare un Caccia della Pan?
Nel periodo invernale, quando ci addestriamo per la stagione successiva, voliamo tutti i giorni due o tre volte al giorno; durante la stagione acrobatica, invece, dal 1 maggio in poi, ogni weekend abbiamo uno spettacolo oltre a qualche volo di affinamento durante la settimana sopra Rivolto, la nostra base.

Come è nata la passione per il volo?
Da bambino, quando il rappresentante di una nota marca di aspirapolveri mi ha regalato il poster di un Tornado: l’ho incorniciato ed è ancora lì appeso nella camera in cui dormivo quando ero ragazzo. Insomma, il sogno di intraprendere questa carriera è diventato realtà.

Oggi come è andata?
Abbastanza bene, volare su Milano e su un aeroporto internazionale è un’occasione rara perché è una grande città e c’è una cornice di pubblico anche imperante, speriamo di fare bene anche domani.

Come si concilia la vita militare e riservata, con la notorietà acquisita pilotando le Frecce?
Questo è un reparto particolare, prettamente di rappresentanza, con un impatto visivo sul mondo esterno molto maggiore rispetto agli altri dell’aeronautica e delle altre forze armate. Noi seguiamo tutte le procedure per mantenere i criteri di sicurezza: è vero che siamo in vista, ma quello che più ci sta a cuore è rappresentare il lavoro quotidiano di tutti gli altri reparti che lo fanno lontano dai riflettori e con grande spirito di squadra.

Quanto è importante la preparazione fisica?
La preparazione atletica è molto importante, nonostante non esista un programma specifico. Ognuno di noi si allena come ritiene rispettando quelli che sono i requisiti fisici previsti dalla forza armata.

 

Leggi anche Le Frecce Tricolori fanno base a Cameri

Il programma completo dell’air show di Linate è disponibile al sito https://www.milanolinateshow.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati