Cronaca In provincia

In bici lungo il Sesia e la Roggia Mora

Un progetto da 400 mila euro tra Provincia e Satap. Sui temi legati all'ambiente in Provincia si è parlato anche della discarica di Ghemme, strade all'amianto, Maggiora Park e protocolli d'intesa con la Regione

In bici lungo il Sesia e la Roggia Mora. Uno dei progetti che la Provincia porterà avanti dopo aver concluso un iter durato otto anni; un accordo con Satap (concessionaria dell’autostrada Torino Milano) che elargirà 330 mila euro per le opere di compensazione ambientale in seguito ai lavori di ammodernamento dell’A4: «Domani – ha spiegato questa mattina in conferenza stampa Enrico Bertone, delegato all’Ambiente della provincia di Novara – sarà stilato il progetto con un costo complessivo di 403 mila euro di cui 73 mila sono di parte provinciale. La realizzazione rientra nell’iniziativa “Vie verdi d’aqua” con al costruzione di itinerari ciclabili lungo la costa sinistra del Sesia e della Roggia Mora da Ghemme a Proh».

Durante l’incontro, Bertone ha parlato anche del protocollo d’intesa firmato con la Regione per quanto riguarda interventi di miglioramento forestale, oltre all’incontro di oggi pomeriggio tra l’assessore regionale Alberto Valmaggia, i presidenti delle province del Quadrante e dei comuni interessati allo scopo di illustrare il piano regionale per la qualità dell’aria. Affrontato anche il tema delle Cave: «Dei cinque procedimenti avviati, quattro sono stati conclusi. Manca ancora quello di Romentino perchè deve passare prima dal consiglio comunale».

 

 

Per il 18 aprile, invece, è stata fissata la conferenza dei servizi per la definizione del sito denominato Maggiora Park «un’area posta sotto sequestro  – ha ricordato Bertone – che deve essere riqualificata. Abbiamo anche buone notizie per quanto riguarda le strade di Vespolate che erano state interessate dall’amianto: dopo una serie di sopralluoghi possiamo affermare che l’amianto è completamente scomparso. Per questo motivo chiederemo alla Procura lo svincolo dei procedimenti. Con il Comune abbiamo concordato un incontro pubblico con la popolazione».

Sul tema dell’ambiente, non poteva mancare un accenno alla discarica di Ghemme, tornata agli onori di cronaca in seguito al servizio delle Iene andato in onda domenica sera: «È stato effettuato uno studio epidemiologico – ha spiegato Bertone – in cui viene certificato che non esiste alcun rischio per la salute dei residenti. Alle stesse conclusioni sono arrivati anche Asl e Arpa in seguito ai loro monitoraggi. Entro la fine del mese di marzo la delibera di indirizzo in cui il CdA e l’assemblea dei sindaci del Consorzio medio novarese valuteranno le due manifestazioni di interesse e darà concretezza a quelle che sono le progettualità per trovare una soluzione definitiva».

  1. Avatar

    va bene, ma una pista ciclabile a Novara, per esempio da Vignale a Caltignaga, Sologno e magari a Morghengo e San Bernardino non è fattibile? Noi da Novara dovremmo andare a Ghemme o a Proh per fare un giro in bici tranquillo? Da noi (abito a Vignale) non esiste nessuna pista ciclabile, ce n’era una lungo il canale Cavour ma è stata abbandonata dal comune, manutenzione zero. Ora possiamo solo girare in bici con i bambini per la campagna intorno stando attenti ai trattori e alle pozzanghere e comunque facendo un “girino”, un giro corto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,