Cronaca Tempo libero

Il progetto della Cupola pronto tra un anno

La proposta dall’impresa culturale Kalatà, approvata dall'amministrazione, prevede salite fino a 98,5 metri. Canelli: «Un salto di qualità nella gestione a costo zero per il Comune»

Il progetto della Cupola pronto tra un anno. Lo avevamo annunciato nel mese di marzo (leggi qui) e ribadito la scorsa settimana dopo la delibera di giunta (leggi qui). Ieri durante al commissione consigliare ad hoc il sindaco Alessandro Canelli l’ha nuovamente affermato, ma con una tempistica precisa: tra un anno si potrà salire sulla Cupola fino a 100 metri.

Il project financing da 190 mila euro presentato dall’impresa culturale Kalatà (società che si occupa di questo tipo di attività già avviate in altri siti italiani come il santuario di Vicoforte, il Sacro Monte di Varallo e la basilica di Santa Maria delle Vigne a Genova) è piaciuto all’amministrazione comunale che l’ha approvato.

 

 

«Questo progetto permette alla Cupola di Novara di fare un salto di qualità a costo zero per le casse comunali – ha spiegato il primo cittadino -. I costi per i lavori di allestimento e valorizzazione, eseguiti sotto controllo della Soprintendenza dei Beni Culturali, sono, infatti, a carico della Kalatà che prenderà in gestione la Cupola per 5 anni; il progetto è quello di rendere il nostro monumento attrattivo a livello nazionale e internazionale anche grazie a una campagna di comunicazione specifica del valore di 25 mila euro e all’assunzione di personale specializzato».

Importanti i numeri stimati dai tecnici di Kalatà: in 5 anni si attendono 100 mila visitatori, circa 20 mila all’anno, ora sono 6.500. Di questi 100 mila, il 35% proveniente da fuori Piemonte, il 7% dall’estero, il 20% dai 18 ai 35 anni.

La somma oraria di visita passerà da 17 a 42 settimanali; attualmente la Cupola è visitabile quattro giorni e con la guida solo su richiesta. A progetto attivato, si potrà salire dal martedì alla domenica con orari più serrati e con un percorso di guida accompagnato da personale preparato e specializzato: il percorso fino a 98,5 metri, che prevede protezioni di sicurezza, potrà essere eseguito in gruppi da 15 persone e solo da persone over 14 in buono stato di salute (da martedì a venerdì ore 11, 14, 16; sabato e domenica ore 9.30, 11, 11.30, 14, 14.30, 16, 16.30) con un biglietto da 15 a 10 euro; il percorso breve, fino a 50 metri, si potrà eseguire in gruppi da 25 persone e non prevede protezioni di sicurezza (da martedì a venerdì ore 11.30, 12.30, 16.30; sabato e domenica 10, 12, 15, 17) con un biglietto da 5 a 8 euro.

Un progetto, dunque, che non prevede costi per il Comune: «Al momento – ha ribadito Canelli – gli introiti delle salite alla Cupola sono sufficienti a coprire solo il 50% dei costi, dunque affidando la gestione all’esterno è per noi già un guadagno; inoltre, secondo gli accordi, al Comune spetta il 10% del costo di ogni biglietto».

Favorevoli al progetto anche i consiglieri del Pd del presenti in aula, Milù Allegra, Sara Paladini e Rossano Pirovano i quali hanno sollevato qualche suggerimento: la possibilità di proporre un biglietto cumulativo che possa comprendere la visita alla Cupola e ad altri siti importanti della città, l’autocertificazione medica per chi sceglie il percorso fino a 98,5 metri, la possibilità di eseguire il percorso breve anche da parte di persone disabili».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,