Cronaca In città Qui UPO

«Il Caad è una anticipazione della Città della Salute»

Per il direttore generale dell'Azienda Ospedaliera, Mario Minola, nel Centro di ricerca sulle malattie autoimmuni - inaugurato questa sera - c'è il germoglio di quello che sarà il modello del nuovo ospedale, multidisciplinare

Questo slideshow richiede JavaScript.

Taglio del nastro questa sera al centro di ricerca applicata “Ipazia” di Sant’Agabio. È il terzo nella breve vita di questo edificio: la prima volta fu il sindaco Ballarè con il rettore Emanuel a celebrare la conclusione a tempo di record di un cantiere complesso e anche contrastato (chi ricorda la guerriglia scatenata per il taglio di alcuni alberi nella fase di inizio lavori?). Poi, circa un anno fa, una seconda inaugurazione per sottolineare la definizione dell’assetto organizzativo della struttura e l’inizio dell’ultimo miglio con gli accordi per l’acquisto e l’installazione dei macchinari necessari ai laboratori di ricerca. Oggi infine il “battesimo” definitivo con il sindaco Canelli e il nuovo rettore dell’UPO, Gian Carlo Avanzi.

Unica autorità presente in tutte e tre le occasioni, il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera “Maggiore della Carità”, Mario Minola. Che non a caso, al di là dei vari interventi di circostanza e della profluvie di ringraziamenti, è stato colui che ha saputo offrire la chiave interpretativa più interessante. «Questo centro – ha detto Minola – è importante non solo per la qualità della struttura e per l’importanza del lavoro di ricerca che qui viene svolto, ma anche e soprattutto perchè prefigura in modo concreto il modello organizzativo della nuova Città della Salute e della Scienza di Novara. Un modello multidisciplinare, circolare, che mette insieme lo studio di laboratorio e l’applicazione alla attività di cura».

Il giro inaugurale ha mostrato alla folta platea la dotazione tecnologica dei laboratori e la struttura degli ambulatori che hanno già cominciato ad accogliere i pazienti in una quotidiana attività di cura.

La macchina è partita. E Novara segna un punto positivo a suo favore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati