Cronaca Oleggio Politica Provincia

Furto di preziosi al museo Fanchini: «Rubato l’oro degli oleggesi»

Sparite collane, pietre e altri preziosi. Il consigliere del Movimento Per Oleggio Massimiliano Ferrari attacca il sindaco Marcassa: «C'è solo un vecchio impianto d'allarme, invece che sprecare oltre 700.000 euro per la ristrutturazione dell’aula magna, si dovrebbero investire poche migliaia di euro per mettere in sicurezza la struttura»

Furto di preziosi al museo Fanchini: «Rubato l’oro degli oleggesi». A darne notizia è il consigliere del Movimento Per Oleggio Massimiliano Ferrari. «In particolare, i ladri hanno scassinato la vetrina dell’oro – spiega Ferrari – portando via tutti i preziosi donati nel tempo dagli oleggesi: collane d’oro, granate, coralli e pietre dure, orecchini, monili, fermagli e tutto ciò che han potuto».
Il consigliere di opposizione, in seguito all’accaduto, attacca il sindaco Massimo Marcassa sul tema della sicurezza del museo: «Il furto è certamente un fatto increscioso e va condannato. Va però stigmatizzata anche la scelta dell’amministrazione di non dotare il museo di adeguati impianti di sorveglianza, nonostante le ripetute richieste da parte dei responsabili della struttura, dei consiglieri e dei volontari – commenta Ferrari – Oggi esiste solo un vecchio impianto d’allarme per l’area archeologica e due telecamere esterne, in corrispondenza dell’ingresso principale. All’interno – nonostante avventate dichiarazioni di segno contrario da parte dell’Amministrazione – null’altro di adeguato (e, soprattutto, a norma) per controllare le sale. Invece che sprecare oltre 700.000 euro per la ristrutturazione dell’aula magna, si dovrebbero investire poche migliaia di euro per mettere in sicurezza la struttura, dall’impianto antincendio, ai servizi igienici alla videosorveglianza».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati