Cronaca Salute

Cura della psoriasi, certificazione di qualità per la Dermatologia del Maggiore

L’ambulatorio è tra i primi in Italia ad aver ottenuto il riconoscimento. Minola: «Un’ulteriore garanzia di qualità dei servizi erogati sul nostro territorio»

Certificazione di qualità per l’ambulatorio “Psoriasi moderata-severa” della Dermatologia del Maggiore per il percorso diagnostico terapeutico assistenziale dei pazienti con psoriasi.

 

 

L’ambulatorio della struttura complessa diretta dalla professoressa Paola Savoia, è il primo, e unico in Italia, ad ottenere questo riconoscimento. «E’ la conclusione di un percorso per una patologia importante e complessa come la psoriasi» ha detto Savoia; «abbiamo creato un network di collaboratori all’interno dell’ospedale che ci ha portato ad avere una qualità riconosciuta – ha aggiunto la dottoressa Rossana Tiberio, referente del centro psoriasi –. La Dermatologia è diventata punto di riferimento per le cure innovative. E questo ci apre la strada ad un futuro migliore. Non è un punto d’arrivo ma di partenza».

Nella sostanza si tratta del riconoscimento della qualità del modello organizzativo messo a punto dalla Dermatologia per garantire standard omogenei nell’erogazione dei servizi sanitari; la valutazione ha tenuto conto di specifici indicatori relativi a processi clinici e gestionali, organizzazione e competenza del personale, appropriatezza delle attrezzature, completezza e congruità della documentazione clinica e della soddisfazione di paziente e operatore.

«Si tratta di un importante traguardo raggiunto – ha detto il direttore generale Mario Minola – e un riconoscimento per il lavoro che viene svolto da tutto il personale sanitario e una ulteriore garanzia della qualità dei servizi erogati sul nostro territorio. Gli ospedali hanno due indicatori: il bilancio e la qualità con cui vengono fatte le prestazioni».

«In ambulatorio – ha aggiunto la dottoressa Tiberio – sono seguiti circa 400 pazienti (con psoriasi moderata-severa, ndr); l’incidenza della patologia è del 3-5% sulla popolazione». Con questa certificazione l’azienda ospedaliera universitaria ha raggiunto un traguardo importante e ottenuto un riconoscimento che premia il lavoro; il progetto è durato 16 mesi ed è stato validato da Bureau Veritas con il supporto metodologico e organizzativo della società Opt Srl e la sponsorizzazione di Novartis Farma Spa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati