Cronaca Taccuino del cronista
Chiuso compro oro

Chiuso compro oro: vendeva merce rubata

Il titolare del punto vendita di corso Risorgimento non è neppure risultato iscritto al registro degli operatori di settore. Il provvedimento di sospensione della licenza, per un totale di 20 giorni, è stato disposto dal questore

Chiuso compro oro: vendeva merce rubata. Non solo, il titolare non è neppure risultato iscritto al registro degli operatori di settore. È successo in un punto vendita di corso Risorgimento a Novara. La notifica del provvedimento di sospensione della licenza, per un totale di 20 giorni, è stata effettuata dalla Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura.

 

“Il provvedimento è stato adottato dal Questore di Novara a seguito dell’attività svolta dalla locale Squadra Mobile – spiega la Questura in una nota – che ha consentito di accertare la ricettazione di oggetti che costituivano provento di reato e la conseguente mancanza di registrazione delle operazioni commerciali effettuate, come previsto dalla normativa vigente. Inoltre, dagli approfondimenti effettuati è risultato che il titolare della licenza non era nemmeno iscritta nel registro degli operatori ‘compro oro’. Pertanto, le violazioni di legge accertate hanno consentito di configurare un evidente abuso dell’autorizzazione rilasciata, che ha determinato la sospensione temporanea dell’esercizio commerciale. Infine, si sottolinea la particolare natura della licenza in questione, che qualora esercitata in maniera illegale, può costituire un utile pretesto per l’esercizio di attività delittuose”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati