Cronaca Taccuino del cronista
lascia londra

Cameri, 50enne arrestato per maltrattamenti

E’ accaduto nella tarda serata di ieri quando al 112 è arrivata la concitata richiesta di aiuto: un uomo aveva aggredito la moglie e la figlia che, nell’attesa dell’arrivo dei carabinieri, avevano trovato rifugio dai vicini di casa

Ennesima discussione in famiglia ma questa volta per l’uomo si aprono le porte del carcere. E’ accaduto nella tarda serata di ieri a Cameri quando al 112 è arrivata la concitata richiesta di aiuto: un uomo, cinquantenne, aveva aggredito la moglie e la figlia che, nell’attesa dell’arrivo dei carabinieri, avevano trovato rifugio dai vicini di casa.

 

 

 

Ma mentre i carabinieri stavano ascoltando il racconto delle due donne – dal quale è emerso un quadro di violenza familiare, sia fisica che verbale, che mai era stata denunciata – hanno udito dei rumori provenire dall’esterno: l’uomo, in evidente stato di alterazione alcolica, stava battendo sulle inferriate della finestra con un machete e un coltello, arma, la prima, che poi ha brandito sfidando i militari.

I due carabinieri, dopo aver chiesto rinforzi, lo hanno avvicinato tentando di indurlo alla calma mentre gridava di essere pronto “a fare del male…ad andare in galera”. Approfittando di una momentanea perdita di equilibrio sono riusciti a disarmarlo e quindi a bloccarlo. L’uomo è stato arrestato, per le ipotesi di reato di maltrattamenti e resistenza aggravata a pubblico ufficiale, e portato in carcere a Novara. Domani mattina in carcere udienza di convalida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,