Cronaca

Auguri di Natale in versi da un poeta d’eccezione

Arrivano direttamente dal cuore di Flavio, che oggi è fra gli ospiti di uno dei pranzi organizzati in città dalla Comunità di Sant'Egidio e che ha voluto dedicare questi versi ai lettori de La Voce

Auguri di buon Natale in versi per i lettori de La Voce, grazie ai componimenti di un poeta d’eccezione. Arrivano direttamente dal cuore di Flavio, che oggi è fra gli ospiti di uno dei pranzi organizzati in città dalla Comunità di Sant’Egidio. Lo abbiamo incontrato nei giorni scorsi, per raccogliere la sua testimonianza e lui ha voluto salutarci affidando i suoi pensieri alla sincera passione per la poesia che nutre, parlando del suo «Natale» e del sentimento di «Solitudine», che in questa giornata riesce a scacciare anche grazie agli «angeli custodi» della Comunità.

Natale
Sale la magia
nei tristi cuori,
bramosi di luce e affetti.
Ero nel limbo dei miei ricordi
e tu, Angelo, che ti ricordi
sei qua ad asciugare le mie lacrime
e a donarmi conforto e affetto.
Grazie, o consolatore,
della tua presenza in questo giorno
in cui si percepisce l’essenza di qualcosa
di infinito.
Sei come una luce
che squarcia l’abisso,
quell’attimo fuggente.

Solitudine
Invano nascosta
lei, splendida regina
ritorna sulle punte
come abile ballerina.
La gente non si avvede di cosa le succede,
la gente ignora che lei è completamente sola.
Non hanno scritto tanti versi tanti poeti così geniali e diversi.
Purtroppo anche la solitudine è sola.

Flavio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,