Cronaca Sport

Attimi di paura per Walter Cogliandro

L'atleta novarese, impegnato ieri sera al Palasport di Galliate nel main event contro il francese Alioune Nahaye per difendere la cintura dei Pesi Piuma ICF, è svenuto crollando al tappeto dopo pochi secondi del primo round. Subito soccorso e trasportato al 'Maggiore' per accertamenti. Gli esami hanno dato esito negativo. Dopo una nottata in osservazione ora sta meglio

Attimi di paura per Walter Cogliandro. L’atleta novarese, impegnato ieri sera al Palasport di Galliate nel main event contro il francese Alioune Nahaye per difendere la cintura dei Pesi Piuma ICF. Un colpo tremendo inferto dall’avversario lo ha mandato ko dopo pochi secondi del primo round. Cogliandro ha perso i sensi crollando al tappeto. I soccorsi sono stati immediati. I sanitari presenti sul posto sono intervenuti per rianimarlo con l’ossigeno e una flebo. Poi è stato deciso il precauzionale trasporto all’ospedale Maggiore di Novara dov’è stato sottoposto a una serie di ulteriori controlli e accertamenti clinici.

 

 

 

Un paio d’ore più tardi, dopo tanto spavento e apprensione, la buona notizia che il peggio era passato. La società Cardano Top Team, il club di Cogliandro, ha tranquillizzato tutti verso con un post pubblicato sulla pagina Facebook ormai a notte fonda. “Walter sta meglio, tac e lastre sono negative, ha ripreso conoscenza quasi da subito, ora rimarrà in osservazione per la nottata. Ringraziamo tutti per l’affetto dimostrato”.

Pochi minuti fa, sullo stesso social, è intervenuto lo stesso atleta a confermare che non ci sono conseguenze serie, ma che resterà solo il ricordo di una serata da dimenticare al più presto. “Mi scuso con tutti per non aver fatto il match che doveva esser fatto. Sto meglio e presto tornerò in gabbia. Non sarà di certo una serata sbagliata a rovinare il mio sogno. Grazie a tutti i veri amici che stanno chiedendo e sono stati vicini anche stanotte. Sono deluso ma ormai devo solo pensare al prossimo incontro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati