Cronaca In città

Arriva la “macchina tappabuche”

Il Comune e Assa sperimentano un mezzo che migliora gli interventi di rappezzo delle strade. Sarà in azione per tre giorni da giovedì a sabato

La stessa macchina ( o un modello molto simile) è al lavoro a Roma per tentare di porre rimedio allo stato pietoso della rete stradale capitolina, nella quale sono state censite oltre 50.000 buche. A Novara il compito della “macchina tappabuche” sarà certamente più agevole, ma c’è comunque curiosità per vedere all’opera questa invenzione già parecchio diffusa da nord a sud nei comuni che si trovano a dover combattere l’usura delle pavimentazioni stradali.

Il funzionamento è piuttosto semplice.

Le buche nel manto stradale vengono prima pulite mediante un getto di aria compressa, poi viene spruzzata una miscela a una temperatura compresa tra i 50 e 60 gradi per preparare il fondo, infine si versa un getto di graniglia d’asfalto e si fanno le rifiniture tramite lo spargimento di sabbia e graniglia fine e asciutta.

La macchina viene di fatto “noleggiata” con un canone giornaliero “chiavi in mano” comprensivo della squadra di quattro operai.

La prima sperimentazione della macchina partirà dopodomani, giovedì 11 ottobre. La squadra lavorerà in via Caviggioli, via Sforzesca e dintorni, via dell’Ospedale San Giuliano con parcheggi e dintorni, quindi via Fauser e dintorni (a esclusione dei parcheggi sul fondo) con via Sozzetti, largo Bellini fronte Azienda ospedaliero-universitaria e parcheggio nei pressi del padiglione “Lualdi”, cavalcavia XXV Aprile fino a largo Alessia Mairati, via Monte San Gabriele da viale Giulio Cesare a via Juvarra, via Biancalani con via Mario Pavesi e cavalcavia dalla rotonda del Cim fino a prima della rotonda di “Esselunga”.

Gli interventi, salvo avverse condizioni meteorologiche, dovrebbero concludersi con la giornata di sabato e saranno eseguiti da una squadra formata da quattro addetti, più movieri per regolare il traffico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,