Cronaca In città
Nuovi orari Anagrafe

Aria pesante tra Giunta Comunale e sindacati

La prossima settimana è in programma l'assemblea "autoconvocata" dei lavoratori organizzata dalla Cgil.

Tira un’aria non propriamente natalizia tra i sindacati dei lavoratori del Comune di Novara e la giunta Canelli. Il clima è quello di una guerra (ancora) non dichiarata ma palpabile, che emerge ad ogni occasione.

Sullo sfondo c’è il tema della riorganizzazione della  “microstruttura”, cioè la composizione dei singoli uffici compresa l’attribuzione degli incarichi di coordinamento ( le cosiddette “posizioni organizzative”). Una vertenza che va avanti da mesi. il nuovo schema organizzativo era stato annunciato dapprima per il 30 giugno, poi spostato al 31 ottobre, poi ancora rinviato al 31 dicembre. Tra l’altro le diverse riunioni di confronto tra amministrazione e sindacato sono state sempre rinviate. L’ultimo caso è di pochi giorni fa: il tavolo di trattativa era convocato per il 1 dicembre, poi è stato rinviato al 4 dicembre, poi riconfermato per il 1 dicembre in mattinata e, poche ore prima, intorno alle 16 del 30 novembre, definitivamente annullato con una nota del direttore generale Roberto Moriondo.

Una situazione pesantemente stigmatizzata in una lettera divulgata ieri e firmata dalle RSU dei lavoratori del Comune, che definisce «superficiale» l’approccio dell’amministrazione, che secondo i sindacati avrebbe «mostrato poco rispetto della Rappresentanza dei lavoratori, con il rischio di avviare un processo di reciproca delegittimazione a danno dell’Ente».

E che il clima teso stia portando davvero nella direzione di una guerra dei nervi, lo dimostra il fatto che, in assenza di occasioni di confronto tra amministrazione e lavoratori, uno dei sindacati maggiormente rappresentativi, la Cgil, ha scelto la strada dell’autoconvocazione. «Quando si nega sistematicamente il confronto – dice Guido Catoggio, segretario della Funzione Pubblica Cgil – e si svilisce la contrattazione, la parola passa ai lavoratori».

Detto, fatto. La prossima settimana, il 12, 13 e 14 la Cgil ha convocato in diverse sedi (il centro Ipazia, la Camera del lavoro e il comando di polizia locale) l’assemblea generale dei propri iscritti e simpatizzanti. All’ordine del giorno la questione della microstruttura, ma non solo.

Giusto per sottolineare come l’aria sia davvero pesante, la stessa Cgil segnala oggi che,a quanto pare, dal Comune  arrivata con molto ritardo alle famiglie la comunicazione delle assemblee con conseguente possibile chiusura delle strutture fino alle 10,30. Informativa che, ai sensi di apposito accordo quadro nazionale, va diffusa entro 5 giorni prima dell’assemblea, prevista per il 14

Davvero aria di Natale…..

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati