Cronaca In provincia

Ambulanza Veterinaria, da un mese il servizio è attivo anche a Novara

La responsabile, Cristina Gioria, parla di un buon riscontro. Al momento sono presenti 14 volontari e gli interventi vengono effettuati su tutti gli animali di affezione con proprietario

A poco più di un mese dall’istituzione dell’ambulanza veterinaria a Novara, il bilancio da parte dei volontari è molto positivo. Il servizio di soccorso, gestito da una onlus, inizialmente a Savona e poi sviluppato nel giro di cinque anni anche ad Albenga, Torino, Asti e Varese, ha ottenuto un buon riscontro anche in città e in provincia: «Per evitare conflitti di interesse – spiega la responsabile della sezione novarese, Cristina Gioria – la nostra associazione non ha in organico alcun medico veterinario, in modo da lasciare libera scelta al proprietario dell’animale sulla destinazione di cure o ricovero. In caso di emergenza, in mancanza del veterinario di fiducia o negli orari in cui gli studi veterinari non sono attivi, il paziente viene trasportato nella struttura  più vicina».

 

 

La sezione novarese, che ha sede nei locali di Novara Soccorso, in via Rizzottaglia 19, interviene solo su animali di affezione con proprietario: «Siamo 14 volontari  – prosegue Gioria – e tutti abbiamo seguito un corso molto intenso per l’intervento su qualsiasi tipo di animale; al momento siamo attrezzati solo per gli animali domestici, ma l’obiettivo è quello di ingrandire il servizio, così come le zone di intervento. Operiamo su tutta la città,  nei comuni della provincia e abbiamo una convenzione per il tratto autostradale che attraversa il territorio di novarese. È chiaro, però, che in casi gravi richiedenti un intervento immediato e provenienti da zone lontane da Novara, rischiamo di non arrivare in tempo; per questo motivo, per il futuro, contiamo di aprire nuove sedi nei centri più grandi nella provincia per una presenza più capillare sul territorio. Così come ci auguriamo di poter acquistare una seconda ambulanza».

Le chiamate arrivano al centralino di Savona (tel. 331 4824724) attivo 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, che smista le richieste a seconda delle zona di provenienza: «Gli interventi vengono effettuati da due volontari – continua la responsabile –  che provvedono a controllare i parametri vitali: nella quasi totalità dei casi, una volta stabilizzata la situazione, l’animale viene trasportato con urgenza dal veterinario; raramente non è stato necessario l’intervento del medico. In questo periodo, ad esempio, riceviamo numerose chiamate per colpi di calore, tutti casi molto gravi per i quali è stato indispensabile l’intervento immediato. L’uscita è gratuita, chiediamo solo un piccolo contributo per coprire le spese. Con sorpresa, abbiamo trovato persone molto generose che ci hanno fatto un’offerta molto superiore a quella standard».

Oltre alle emergenze, il servizio può essere esteso al trasporto dell’animale pre e post operatorio o all’accompagnamento allo studio veterinario nel caso in cui i proprietari siano persone anziane o disabili e abbiano difficoltà nello spostamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,