Cronaca In città

Ambulanti nel mirino del Comune di Novara?

In un normale controllo la polizia locale scopre un venditore di fiori con licenza scaduta. Per il sindaco e l'assessore alla Sicurezza si tratta di un segnale di «massima attenzione alla tutela della concorrenza»

Il Comune di Novara si erge a paladino a difesa dei commercianti, senza se e senza ma? Una multa da 5.100 euro, ritiro della licenza per il commercio itinerante e 40 confezioni di fiori sequestrate. E’ il bilancio di un controllo su un venditore ambulante di fiori, risultato abusivo, effettuato dalla polizia locale di Novara, a cui l’amministrazione comunale ha deciso di dare ampio risalto, attraverso una nota ufficiale, corredata da un commento a doppia firma del sindaco Alessandro Canelli e dell’assessore alla Sicurezza Mario Paganini.

L’uomo multato è un commerciante, residente in provincia di Milano, in possesso di una licenza per il commercio itinerante «risultata rilasciata da un Comune in provincia di Vicenza, revocata e mai riconsegnata», come si legge nella nota di Palazzo Cabrino. In sostanza un ambulante a cui era semplicemente scaduta la licenza, che «era già stato più volte notato nella zona di viale Roma mentre vendeva per strada mazzi di fiori recisi».

Secondo Canelli e Paganini, l’esito di questo controllo testimonierebbe come «la Polizia locale ogni giorno operi al servizio del cittadino in tanti modi. Uno di questi consiste nel prestare la massima attenzione alla tutela della concorrenza, e questo significa non interessarsi solo alle vicende, pur importanti, legate alle grandi imprese e ai massimi sistemi – precisano nel commento – ma vuol dire stare vicino anche e soprattutto ai piccoli commercianti che tutte le mattine vanno in bottega a lavorare onestamente, che tutti i giorni non sanno se e quanto porteranno a casa, che a fine mese pagano regolarmente le imposte e lottano per restare a galla. Ecco perché sono i primi ad avere bisogno che le norme siano rispettate da tutti, senza paroloni e promesse inutili, ma partendo dalle piccole cose, dai piccoli passi che, uno dopo l’altro, portano lontano».
Una enfasi forse degna di miglior causa che è il segno però di una offensiva della Giunta Canelli sul tema del commercio.  O almeno di una parte di esso.  Perchè si ricorderà che soltanto pochi giorni fa l’amministrazione ha siglato un accordo con un’associazione di categoria, che ha praticamente detto stop ai mercatini nel centro storico di Novara.

W il commercio, ma non quello ambulante?

  1. Avatar
    Piera Cassini

    Attenzione questo non è ambulante è un abusivo…… Ben diverso. Gli ambulanti pagano licenza plateatico tasse e fanno scontrini. Ben venga questi interventi bisogna fermare l abusivismo sotto tutti gli aspetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati