Cronaca Giudiziaria
tribunale il caldo

A processo per diffamazione contro Maroni, assolto trecatese

Il cinquantenne era stato denunciato nell’estate del 2013 per alcune frasi apparse su un sito-blog contro l’ex ministro

Finito a processo con l’accusa di diffamazione a mezzo stampa per alcune frasi apparse su un sito-blog contro l’ex ministro Maroni, C. L., trecatese cinquantatreenne è stato assolto dal tribunale di Novara per “non aver commesso il fatto”.  La denuncia risale all’estate del 2013 dopo l’elezione di Maroni alla presidenza della Regione Lombardia.

 

 

Sul capo del cinquantenne pendeva anche l’accusa di istigazione a delinquere, reato che si sarebbe consumato sempre tramite internet.

Per il suo difensore, avvocato Alessandro Guaita «non è mai stata appurata la paternità di quelle frasi, le indagini sul server, approdate in America si sono fermate».; insomma, per il difensore, che aveva concluso con la richiesta di assoluzione (il pubblico ministero aveva chiesto la condanna a 1 anno e 2 mesi), chiunque avrebbe potuto scrivere le frasi diffamatorie attribuendole poi al suo assistito, o, in alternativa chiunque avrebbe potuto creare un sito-blog intestandolo al trecatese; e, per quanto riguarda l’accusa di istigazione a delinquere non potendo attribuire la paternità del sito su cui l’istigazione si sarebbe configurata, automaticamente viene a decadere anche questo reato.

Per il legale di Maroni di contro, il trecatese non avrebbe mai rinnegato la paternità di quelle frasi, e aveva concluso chiedendo un risarcimento da 100mila euro.

Il giudice, accogliendo la tesi della difesa, ha mandato assolto il trecatese.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati