Ambiente

«Ricostruire il gusto del bello e del senso civico»

I volontari di Novara Green impegnati in occasione delle festività di San Gaudenzio nella completa pulizia di fioriere e arredo urbano del centro storico

Questo slideshow richiede JavaScript.

In occasione delle festività di San Gaudenzio il gruppo dei volontari di Novara Green si è adoperato nella completa pulizia di tutte le fioriere del centro storico e del relativo arredo urbano. “All’interno – spiega il presidente Fabrizio Cerri – sono stati rinvenuti rifiuti di ogni genere. Bottiglie, bicchieri e mozziconi di sigaretta ma anche volantini, scontrini e cose bizzarre come grucce di abiti e piccoli oggetti d’arredamento. Un riscontro preoccupante segno di una deriva d’inciviltà sempre più evidente”. Un’incuria che Novara Green segue da tempo cercando in ogni modo di contrastarla. “Scambiare ciò che dovrebbe abbellire il centro storico per un cestino è inaccettabile! Per questo motivo abbiamo deciso di armarci di guanti e sacchetti e provvedere noi cittadini alla rimozione dei rifiuti stessi. Noi di Novara Green vogliamo battere un colpo all’inciviltà dimostrare che per ogni incivile esistono altri dieci civili nonché responsabili pronti a dare una mano dove serve. Riteniamo che interventi come questo possano, se correttamente comunicati, mandare un segnale alla collettività, facendo sentire maggiormente a disagio chi non si preoccupa di buttare una bottiglia di vetro in un vaso. Sono stati legati alle piante dei piccoli cartelli con frasi di sensibilizzazione come “Ehi, non sono un cestino!” per far arrivare il messaggio a più persone possibili”.

 

 

Anche perché vivere in un luogo bello, accogliente e pulito dipende in gran parte dal livello di civiltà delle persone che vi abitano. A partire dai più giovani. “E’ con amarezza – continua Cerri – che abbiamo constatato che i rifiuti maggiormente riscontrati sono i bicchieri di plastica dei drink che vengono rilasciati dai bar nelle ore serali e notturne. Segnale inequivocabile che spesso comportamenti poco civili vengono adoperati dalle nuove generazioni che dovrebbero altresì essere le più sensibili ai temi ambientali. Da loro e CON loro dobbiamo cominciare a ricostruire una consapevolezza del “bello” e del “senso civico”.

Per questo motivo Novara Green si impegnerà nei prossimi mesi a lanciare una campagna di sensibilizzazione riservata ai giovani, su cui auspichiamo un coinvolgimento anche delle attività commerciali della “movida” novarese.  “Noi volontari ci teniamo a fare un sentito ringraziamento alla Fondazione Faraggiana e al suo presidente Eugenio Bonzanini che, credendo fortemente nel progetto di Novara Green, ci hanno omaggiato di gilet verdi per renderci riconoscibili durante le nostre iniziative. Un gesto che abbiamo apprezzato moltissimo a maggior ragione del fatto che ci venga riconosciuto da una delle Istituzioni più importanti e attive sui temi ambientali della città quale è la Fondazione. Novara ha grandi potenzialità nel suo DNA per diventare una vera città a misura d’uomo dove il rispetto ambientale sia cardine della quotidianità. Ad esempio, proprio qui, abbiamo eccellenze mondiali come Novamont che di questi valori hanno fatto il loro modello.  I “Gilet Verdi” di Novara Green vogliono sempre più trasmettere un messaggio di positività alla città che ha accolto l’iniziativa con grande entusiasmo facendo superare i 2500 like alla nostra pagina Facebook e con tanti ringraziamenti per l’iniziativa”.

Insomma cambiare è possibile? “Certamente – conclude Cerri – e possiamo farlo insieme. Vogliamo fare rete tra cittadini di buona volontà, che non pensano solo lamentarsi delle cose che non vanno ma che altresì scendono in campo in prima persona per migliorarle. Chiunque fosse interessato al progetto può scriverci su Facebook oppure all’indirizzo mail novaragreen@gmail.com e da pochi giorni è attiva anche la nostra pagina Instagram novaragreenofficial”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati

AdnKronos

Luglio e agosto i mesi più critici

Luglio e agosto i mesi più critici

A rischio normali adolescenti che non percepiscono il pericolo Napoli, 14 giu. (AdnKronos Salute) – Con l’inizio delle vacanze scolastiche,