Ambiente Cronaca

«Perchè sono spariti i dati sull’inquinamento?»

Secondo Fabio Tomei, esponente ambientalista novarese, sul sito internet del Comune le informazioni non sono più state aggiornate dal 4 di agosto in avanti

Perchè a Novara si tengono nascosti i dati sulla concentrazione di polveri sottili dell’aria? Se klo chiede – e lo chiede provocatoriamente al Comune di Novara, Fabio Tomei, rappresentante novarese del Carp, il Comitato ambientalista piemontese.

Secondo Tomei, i dati delle Pm10 e dell’ozono, da molti anni disponibili con aggiornamento quotidiano sul sito del Comune di Novara, sono fermi al 4 agosto.

«Qualcosa di sorprendente – commenta l’esponente ambientalista – e che  mia memoria non si è mai verificata nel passato. Credo che il Comune di Novara dovrebbe spiegare a tutti il perché di questo buio».

Tomei rivolge quattro domande all’amministrazione comunale: «Primo, per quale motivo i dati del PM 10 e dell’ ozono nell’ aria non sono più disponibili; secondo, quando questi dati saranno nuovamente disponibili, tenuta presente  l’ imminente accensione dei riscaldamenti domestici; terzo, come e quando verranno applicate le misure di emergenza nei casi previsti dal ” semaforo padano”, cioè codice arancio, rosso, viola dopo rispettivamente 4 giorni, 10 giorni, 20 giorni successivi di sforamento del PM 10».

Proprio in questi giorni, in tema di misure per il contenimento dell’inquinamento da traffico, il Comune di Novara continua a mantenere una posizione di attesa: gli  annunciati provvedimenti non sono stati assunti, e al momento non sono alle viste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati