Ambiente Econotizie

Meno rifiuti, la scommessa è sui più piccoli

Presentate le iniziative del Comune di Novara in occasione della "Settimana europea per la riduzione dei rifiuti"

Saranno i più piccoli, ovvero i cittadini di domani, i principali protagonisti delle iniziative messe in campo dal Comune di Novara per la ‘Settimana europea per la riduzione dei rifiuti’. «Abbiamo costruito un calendario di eventi – ha spiegato l’assessore all’istruzione Angelo Sante Bongo – che vede le scuole al centro». Prevista presso la Biblioteca Civica Negroni un’intera giornata di formazione per gli insegnanti delle scuole primarie novaresi e un corso-laboratorio per educatrici e insegnanti di scuola d’infanzia. «Sabato 25 novembre dalle ore 15 alle ore 18 – ha aggiunto Maria Cesa dell’assessorato istruzione –  sempre presso la sezione Biblioteca Civica ci sarà l’iniziativa ‘Scambio e gioco’ dedicata alo scambio di indumenti, giochi per bambini dagli 0 ai 6 anni. Abbiamo deciso di utilizzare la sezione dei ragazzi dedicata a Elve Fortis de Hieronymis, che è stata una vera pioniera nel riciclo dei materiali per creare giochi».

Altro tema centrale della settimana che va dal 18 al 26 novembre sarà il Tetrapack, un materiale che spesso erroneamente finisce nell’indifferenziato. «È un materiale totalmente riciclabile – ha spiegato Giorgia Balbi di Blue Lime srl, che con il Comune collabora alla campagna informativa – e lo spiegheremo in primis agli insegnanti mostrandogli anche come funzione l’economia circolare che deriva dal recupero dei rifiuti».

E non sono pochi gli errori commessi spesso in buona fede dai cittadini quando fanno la raccolta differenziata: dai cartoni della pizza sporchi di unto che finiscono nella carta così come gli scontrini in carta chimica, entrambi destinati all’indifferenziato, alle plastiche rigide come le custodie dei CD o ai giocattoli in plastica, anch’essi destinati all’indifferenziato, o ancora all’olio esausto da cucina che finisce nel bidone dell’umido o addirittura nello scarico del lavandino. «A tal proposito – ha dichiarato Vincenzo Altieri, responsabile tecnico di ASSA – sono presenti in città quattro punti per la raccolta degli olii vegetali: le due isole ecologiche di via delle Rosette e via Sforzesca, il Mercato Coperto in viale Dante e il Supermercato Conad in via Biandrate. Altri due contenitori per la raccolta di olio saranno presto collocati presso i Supermercati U2 di via Umbria e corso XXIII marzo».

Presenti inoltre alla conferenza stampa organizzata dal Comune anche l’assessore all’ambiente Emilio Iodice, il dirigente del settore ambiente del Comune di Novara Franco Marzocca, il dirigente del Consorzio Basso Novarese Francesco Ardizio e Edgardo Ghirotto, educatore sociale del Comune di Novara, che insieme ai ragazzi del laboratorio sociale di via Falcone a sant’Agabio, ha realizzato per ASSA un quadro interamente realizzato in materiale riciclato e raffigurante una città ispirata a Genova con tanto di mare n due versioni, pulito e inquinato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati