Ambiente Scuola

IIS Bonfantini, il primo istituto italiano ecosostenibile

Al momento è l'unico a utilizzare vending automatico ecosostenibile. B.P.F. Bonfa Plastic Free è il "marchio" di eco compatibilità e attenzione per l’ambiente che la scuola ha messo in campo per la pausa caffè

IIS Bonfantini, il primo istituto italiano ecosostenibile. Da metà ottobre in tutte e tre le sedi dell’istituto saranno a disposizione di alunni e docenti distributori di bevande e snack di ultima generazione. I nuovi apparecchi, oltre a offrire una scelta di prodotti aderenti a criteri di sana ed equilibrata alimentazione, sono dotati di erogatore d’acqua microfiltrata che riduce sensibilmente lo spreco di plastica, poiché gli utenti possono riempire gratuitamente borracce e bottiglie riutilizzabili. L’acqua in contenitori di plastica rimane, comunque, a disposizione degli utenti, ma viene erogata a un prezzo più alto proprio perchè il fine ultimo della scuola è quello di eliminarle completamente. Compare, inoltre, un comodo ed ecologico compattatore per riciclare e guadagnare dal recupero della plastica.

 

 

Il Bonfantini, aderendo a pieno ai principi dell’Agenda 2030 in merito allo sviluppo sostenibile, diventa a pieno titolo il primo istituto superiore italiano a utilizzare vending automatico eco-sostenibile. E’ questa solo una delle strade che sta percorrendo il Bonfantini nella direzione della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente.

«Un istituto agrario deve essere in prima linea a raccogliere la sfida e la promessa per il futuro dei nostri giovani – dichiara il dirigente, Vincenzo Zappia – e la nostra scuola si sta muovendo in tal senso a partire da queste piccole realtà per passare attraverso la didattica, la sensibilizzazione sui temi ambientali e un nuovo modo di concepire il tempo scuola. Ci si riferisce in particolare alla sperimentazione Agenda 2030 che riguarda tre classi prime dell’istituto».

Il Bonfantini sta, dunque, inseguendo una precisa identità “green” che si traduce in azioni concrete e in una mission ben precisa volta non solo a formare, ma soprattutto ad educare i propri studenti ad una coscienza condivisa e ad un nuovo sguardo verso se stessi e l’ambiente. Si tratta, pertanto, di accompagnarli in un percorso di crescita che mostri loro come affrontare in modo attivo i problemi e gli interrogativi di un futuro che dovrà basarsi solo su sistemi ecosostenibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati