Ambiente

«Fermate la capitozzatura delle piante»

L'appello lanciato dal neo comitato Albero Amico, costituito da poco nella sede di quartiere del Sacro Cuore, contro le «potature violente» in diverse zone della città

«Fermate la capitozzatura delle piante». È questo l’appello lanciato dal neo comitato Albero Amico, costituito da poco nella sede di quartiere del Sacro Cuore e che, al momento, è tutto al femminile. Una realtà, infatti, che, come dicono loro stesse dicono, ha a cuore la situazione del verde cittadino: Martina De Pieri, Michela Casella, Maria Luisa Tornotti e Maria Grazia Alemanni.

«Abbiamo fatto un giro per la città – spiega Casella – e ci siamo accorte che le piante sono state capitozzate in modo violento. Spesso si pensa che gli alberi vengano potati perchè sono pericolosi, invece capitozzandoli diventano pericolosissimi. Non conosciamo più la loro forma: i platani, gli ippocastani, i tigli vengono odiati ed entro due o tre anni moriranno. Quello che è più grave è che le potature vengono fatte al minor costo possibile, in periodi sbagliati, per esempio a marzo o aprile. Chiediamo che il Comune assuma personale qualificato, non è possibile dare alle ditte con la sega in mano la manutenzione delle piante senza un agronomo che sappia come procedere. A Novara abbiamo 15.000 alberi, spero che venga fatto qualcosa perchè questo patrimonio non venga ridotto».

 

«In un anno – afferma Tornotti – sono stati abbattuti 92 alberi, 80 dei quali sani. Al Parco dei bambini, ad esempio, l’unica esigenza era quella di ridisegnare il luogo. Novara è la città con meno verde di tutto il Piemonte. Secondo noi gli alberi devono essere trattati al pari di un monumento storico perchè hanno la stessa importanza. Abbiamo chiesto spiegazioni al Comune, ma abbiamo ricevuto risposte deludenti. Abbiamo anche chiesto le schede tecniche dei lavori, ma non sono mai arrivate; la Provincia, invece, ce le ha inviate subito».

Alemanni ha, invece, dichiarato: «Ci siamo confrontate con un agronomo di nostra conoscenza che ci ha spiegato come andrebbe fatto il censimento degli alberi che vanno potati e abbiamo avuto la sensazione che a Novara si sia proceduto con molta leggerezza. Inoltre c’è la questione del regolamento del verde pubblico che è obsoleto perchè risale al 1991 e non è mai più stato modificato. In giro ci sono invece virtuosi regolamenti, come quello che di Milano, fresco del 2017, Torino dove viene aggiornato ogni anno o Verona dove la capitozzatura è vietata».

Tra gli obiettivi dell’associazione c’è la collaborazione con le altre associazioni ambientaliste novaresi: «Abbiamo anche intenzione di proporre visite lunghi i viali – dicono tutte – attività con gli alunni delle scuole e una mostra fotografica».

  1. Avatar
    michelangelo srls

    Bravi bravissimi bisogna sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema del verde, hanno fatto potature devastanti! Questi odiano il verde e vogliono far morire tutte le piante dei viali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati