Ambiente Attualità In città Scuola

Alunni novaresi più responsabili: borracce contro la plastica

E' un progetto del Comune con Assa e Acqua Novara e Vco: entro il 2019 saranno distribuite 10mila bottiglie riciclabili, 30mila in tre anni

Una lezione di ecologia che parte da più piccoli. Saranno distribuite in questi giorni nelle varie scuole della città le borracce realizzata da Comune con Assa e Acqua Novara e Vco. Le borracce che combattono l’utilizzo della plastica, contando che «ognuno di noi ne utilizza più di 200 ogni anno, siamo i primi in Europa nel consumo» ha spiegato agli studenti il presidente di Assa Yari Negri.

Lunedì 18 novembre all’Arengo del Broletto c’erano quattro classi a rappresentare gli alunni novaresi, San Vincenzo e Immacolata per le paritarie, De Amicis ed ex Ferrandi per le statali.

«Con queste borracce avrete ogni giorno la vostra riserva d’acqua, ha detto il sindaco Alessandro Canelli, che ha poi distribuito le borracce – non risolviamo così il problema della plastica, ma lanciamo un segnale importante. Con questo nuovo “strumento” abbiamo tutti insieme un compito: essere coscienti e consapevoli dell’attenzione sul tema e cercare di sprecare meno plastica». Presto saranno tantissimi gli alunni a poter bere dalla bottiglia di alluminio: «Contiamo di distribuirne 10mila in questo 2019 e poi entro il 2021 30mila, ossia a tutti gli studenti di Novara e Vco», ha spiegato Emanuele Terzoli, presidente di Acqua Novara Vco. Una bella sfida. Presente anche l’assessore Valentina Graziosi, che si occupa proprio di scuole: «E’ bene imparare le buone pratiche ora per diventare buoni cittadini domani».

Non solo, il sindaco ha annunciato un’altra novità: dal 2020 un albero piantato per ogni nuovo nato, pratica già ben sviluppata in altri comuni della provincia.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati