Vinitaly, Cia in fiera con le eccellenze delle birre artigianali

Roma, 17 apr. (AdnKronos) – Al Vinitaly protagoniste d’eccezione le birre artigianali e agricole. Per conquistare i palati stranieri e i gusti dei giovani, visto che il 60% dei millenial italiani è un conoscitore attento delle varie tipologie di birra, che considera un prodotto tipico quasi quanto il vino. Per questo Cia-Agricoltori Italiani ha deciso di portare al Vinitaly ‘le eccellenze delle birre artigianali del territorio italiano’ organizzando una degustazione ad hoc con i buyer esteri dell’agenzia Ice.

Una selezione di sette varietà di birre artigianali proposte da tre aziende di qualità: Birrificio Alta Quota (Lazio); Birrificio Baladin e Kauss (entrambi Piemonte), che si è tenuta oggi nello spazio Agorà del Padiglione Sol&Agrifood.

Attualmente nel nostro Paese si contano quasi mille microbirrifici artigianali, di cui il 20% circa biologico, che valgono il 3% del mercato nazionale, producendo in media 500 ettolitri l’anno e fatturando oltre 200 mila euro. Una nicchia di mercato, dunque, ma in continua evoluzione -osserva Cia-. La birra artigianale è anche entrata nel paniere Istat, che da sempre racconta l’evoluzione dei consumi delle famiglie italiane, a dimostrazione del suo successo crescente.

Consigliati

Sponsorizzato

La pubblicità su La Voce? PIù spendi più guadagni

La pubblicità su La Voce? PIù spendi più guadagni

Lo sapevi che più pubblicità fai sul nostro quotidiano on line e sul nostro free press più guardagni? Da quest’anno, infatti, è stato approvato il cosiddetto Bonus Pubblicità che permette alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli enti non commerciali di usufrire di un credito d’imposta in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa. L’ammontare del beneficio Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati e, addirittura, del 90% nel caso si tratti di microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative.