Venezia: rumena tenta truffa in banca, arrestata dalla Polizia

Venezia, 16 mag. (AdnKronos) – Lunedì sera il direttore di una banca del centro di Mestre si è rivolto al Commissariato di zona per segnalare il caso sospetto di una donna che si era appena presentata per aprire un conto.

La donna era arrivata a ridosso della chiusura della filiale e aveva presentato dei documenti italiani e stranieri che la identificavano come cittadina della Repubblica Ceca residente a Carrara (MS). Il personale della banca ha invitato la cliente a ripresentarsi il giorno seguente per il completamento della procedura ed ha intanto allertato la polizia.

Gli uomini del Commissariato di Mestre hanno così potuto organizzare, la mattina seguente, un appostamento fuori dall’istituto bancario ed attendere che la donna, di cui conoscevano le fattezze, entrasse in banca. Alle 10 circa infatti la donna è arrivata a piedi, è entrata in banca e ne è uscita poco dopo. I poliziotti seguendola per le vie del centro fino ad un’automobile sulla quale è salita a bordo, l’hanno bloccata, simulando un normale controllo documentale. La donna ha esibito carta d’identità e patente emesse dalla Romania che riportavano generalità differenti da quelle fornite all’istituto bancario.

Consigliati