UniCredit: prima banca in Ungheria a siglare accordo con Alipay

Milano, 12 ott. (AdnKronos) – UniCredit Bank e Alipay hanno siglato un accordo, il primo nel Paese, che dal 2019 renderà il metodo di pagamento mobile più diffuso in Cina disponibile per i visitatori cinesi in Ungheria. L’introduzione dei servizi Alipay in Ungheria “rappresenta un’interessante opportunità di business a fronte del crescente numero di turisti cinesi nel Paese”.

In base ai dati governativi, il numero di turisti cinesi che visitano l’Ungheria è cresciuto di oltre il 34% l’anno scorso attestandosi su 227.000 persone nel 2017, mentre nei primi 6 mesi del 2018 sono state registrate 140.000 presenze, pari ad un ulteriore incremento dell’11%.

“Siamo lieti che Alipay abbia deciso di lanciare i propri servizi di pagamento e lifestyle in Ungheria stringendo una partnership con UniCredit Bank. Siamo felici di fornire l’infrastruttura finanziaria per i servizi Alipay per offrire soluzioni di pagamento cashless innovative e offerte speciali di servizi ai clienti Alipay e ai clienti merchant di UniCredit che utilizzano l’app”, ha dichiarato Marco Iannaccone, deputy ceo di UniCredit Bank in Ungheria.

Consigliati

Sponsorizzato

La pubblicità su La Voce? PIù spendi più guadagni

La pubblicità su La Voce? Più spendi più guadagni

Lo sapevi che più pubblicità fai sul nostro quotidiano on line e sul nostro free press più guardagni? Da quest’anno, infatti, è stato approvato il cosiddetto Bonus Pubblicità che permette alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli enti non commerciali di usufrire di un credito d’imposta in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa. L’ammontare del beneficio Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati e, addirittura, del 90% nel caso si tratti di microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative.