Tennis&Friends, Federmanager Roma: “Prevenzione fondamentale”

Roma, 13 ott. (Adnkronos/Labitalia) – “Questo è il secondo anno che partecipiamo a ‘Tennis&Friends’ ed è in linea con le idee che abbiamo per i nostri associati. Perchè riteniamo che lo sport, insieme alla prevenzione e alla cura della persona, aiuti tantissimo a raggiungere il benessere fisico e a superare tutte le criticità che abbiamo giornalmente. E ci aiuta anche a superare le difficoltà della giornata e lo stress che ci troviamo ad affrontare E quindi con eventi di questo tipo cerchiamo di aiutare i colleghi ad avere una migliore cura di se stessi”. Così, con Labitalia, il presidente di Federmanager Roma, Giacomo Gargano, commenta la partecipazione dell’organizzazione che rappresenta i manager a ‘Tennis&Friends’, la manifestazione in corso a Roma.

“Oggi qui -aggiunge Gargano- c’è la possibilità di fare degli screening gratuiti grazie al Gemelli e ad altre realtà e strutture sanitarie. E quindi quale migliore occasione per far venire qui i colleghi, fare prevenzione e stare insieme”. 

“Noi -rimarca Gargano- rappresentando circa 20mila manager del Lazio, speriamo che molti di loro possano passare da qui e farsi degli screening gratuiti e comunque valutare l’impegno dell’associazione sul territorio. E anche di recepire quelli che sono i valori dell’associazione e diffonderli all’interno delle loro famiglie e delle loro aziende”. 

Consigliati

Sponsorizzato

La pubblicità su La Voce? PIù spendi più guadagni

La pubblicità su La Voce? Più spendi più guadagni

Lo sapevi che più pubblicità fai sul nostro quotidiano on line e sul nostro free press più guardagni? Da quest’anno, infatti, è stato approvato il cosiddetto Bonus Pubblicità che permette alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli enti non commerciali di usufrire di un credito d’imposta in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa. L’ammontare del beneficio Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati e, addirittura, del 90% nel caso si tratti di microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative.