Milano: portato in caserma un pregiudicato per aggressione in casa, movente passionale

Milano, 14 apr. (AdnKronos) – E’ molto probabilmente un uomo di 63 anni, pregiudicato, ad aver sparato questa mattina ai due rumeni nella loro abitazione. I carabinieri lo hanno accompagnato in caserma e, anche se il fermo non è stato ancora formalizzato, tutti gli indizi e gli elementi raccolti ascoltando i vicini di casa e una delle vittime porterebbero a lui. All’origine del gesto ci sarebbe una vendetta per motivi sentimentali: uno dei due rumeni – quello meno grave, ferito di striscio alla testa – avrebbe al momento una relazione con la ex dell’aggressore.

In casa dei due, che hanno entrambi 28 anni e vivono con le loro famiglie nello stesso stabile, il 63enne si sarebbe presentato questa mattina con altre due persone, di cui una donna: entrato in camera, dopo una breve discussione, avrebbe iniziato a sparare per poi andarsene. I carabinieri lo hanno fermato al pronto soccorso, dove si è presentato qualche ora dopo per una frattura al dito.

Il ferito più grave, colpito al torace, si trova ancora in pericolo di vita al Niguarda. E’ incensurato, a differenza dell’altro – il vero obiettivo dell’aggressione – che ha invece qualche precedente per reati contro il patrimonio.

Consigliati

Sponsorizzato

La pubblicità su La Voce? PIù spendi più guadagni

La pubblicità su La Voce? PIù spendi più guadagni

Lo sapevi che più pubblicità fai sul nostro quotidiano on line e sul nostro free press più guardagni? Da quest’anno, infatti, è stato approvato il cosiddetto Bonus Pubblicità che permette alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli enti non commerciali di usufrire di un credito d’imposta in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa. L’ammontare del beneficio Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati e, addirittura, del 90% nel caso si tratti di microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative.