Milano: da Comune un mln euro a sostegno attività disagiate per M4

Milano, 15 set. (AdnKronos) – Sono state approvare ieri dalla giunta di Milano le linee guida per la definizione del bando che darà accesso a un milione di euro di contributi a fondo perduto per le imprese commerciali presenti nelle aree interessate dai lavori della metropolitana M4. Il provvedimento si aggiunge alle passate azioni di sostegno messe in atto dell’amministrazione e porta il supporto complessivo a favore dei commercianti a oltre 6 milioni di euro dal 2016 ad oggi. Nello specifico la misura stanzia risorse per un milione di euro, 750mila a carico del Comune di Milano e 250mila a carico della Regione Lombardia, grazie all’adesione del Comune di Milano al recente bando regionale che mette a disposizione 300 mila euro per i comuni capoluogo lombardi a favore delle imprese interessate da lavori di pubblica utilità.

“Siamo vicini ai commercianti anche quest’anno – commenta l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio, Cristina Tajani -mettendo a disposizione risorse che contribuiscono al sostegno quotidiano degli esercizi coinvolti. A queste somme nei prossimi mesi aggiungeremo ulteriori due milioni di euro per finanziare gli investimenti, dal rinnovo degli arredi alle azioni di promozione sul web, di tutte quelle aziende che vogliono continuare ad essere un presidio commerciale importante nelle vie coinvolte dai cantieri M4, perché crediamo nell’importanza del commercio di vicinato. Il contributo di 250mila euro, che dovrebbe arrivare da Regione Lombardia, vorremo rappresentasse solo l’inizio di una azione più ampia e incisiva, viste le risorse a disposizione della Giunta Regionale che mai sino ad oggi ha prestato attenzione alle attività danneggiate”.

Saranno circa 110 le attività potenzialmente interessate lungo tutta la tratta che, trovandosi presso i fronti stradali dei cantieri, hanno subito o stanno subendo il maggior disagio dovuto alla presenza di lavori. Cantieri che inficiano l’accessibilità pedonale e veicolare, riducono la larghezza dei marciapiedi, nonché la visibilità commerciale degli stessi esercizi.

Consigliati