Mafia: processo trattativa, pm Di Matteo non ottiene permesso e non è in aula

Palermo, 16 apr. (AdnKronos) – C’è un assente ‘eccellente’ all’ultima udienza del processo sulla trattativa tra Stato e mafia a Palermo. Si tratta del pm Nino Di Matteo, nel frattempo trasferito alla Direzione nazionale antimafia, che non ha ottenuto l’applicazione per l’udienza di oggi. Secondo quanto apprende l’Adnkronos, il magistrato dovrebbe invece essere presente al momento della sentenza, quando avrà il permesso speciale per partecipare, da magistrato ‘applicato’. All’udienza di oggi sono presenti solo l’ex Procuratore aggiunto Vittorio Teresi e il pm Roberto Tartaglia. Assente anche l’altro pm, Francesco Del Bene, anche lui alla Dna, e anche lui non ha ottenuto l’applicazione dell’ultima udienza del processo sulla trattativa tra Stato e mafia.

Consigliati

Sponsorizzato

La pubblicità su La Voce? PIù spendi più guadagni

La pubblicità su La Voce? Più spendi più guadagni

Lo sapevi che più pubblicità fai sul nostro quotidiano on line e sul nostro free press più guardagni? Da quest’anno, infatti, è stato approvato il cosiddetto Bonus Pubblicità che permette alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli enti non commerciali di usufrire di un credito d’imposta in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa. L’ammontare del beneficio Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati e, addirittura, del 90% nel caso si tratti di microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative.