Mafia: legali Mancino, processo basato solo su congetture e supposizioni

palermo, 16 ape. (AdnKronos) – “Questo è un processo che non andava celebrato, un processo che si basa solo su congetture e supposizioni”. Così, all’Adnkronos l’avvocato Massimo Krogh che con l’avvocato Nicoletta Piergentili difende Nicola Mancino nel processo sulla trattativa tra Stato e mafia, prima di lasciare la’aula bunker dopo che i giudici sono entrati in Camera di consiglio. “per il funzionamento della giustizia sarebbe stato meglio se questo processo non si fosse fatto – dice – una trattativa supporrebbe delle prove documentali, dei fatti. Qui abbiamo solo congetture, che non sono consentite in un’aula di tribunale”.

Consigliati