Lavoro: Unive, boom di lavoratori ‘spediti’ all’estero dalle imprese (4)

(AdnKronos) – I dati sui distacchi mostrano inoltre che i paesi che inviano il maggior numero di lavoratori in distacco verso l’estero sono i nuovi Stati membri dell’Europa dell’est e, soprattutto in questi ultimi anni, i paesi dell’Europa del sud. Al contrario, i paesi che occupano il maggior numero di lavoratori distaccati sono concentrati soprattutto nell’Europa centro-settentrionale.

Secondo i dati del 2016, la Polonia ha effettuato circa 260.000 distacchi, seguita dalla Germania (218.000 distacchi), dalla Slovenia (150.000 distacchi), dalla Francia (132.000 distacchi), dall’Italia (106.000 distacchi), dalla Spagna (100.000 distacchi).

Tra i principali paesi di destinazione troviamo la Germania (440.000 distacchi), la Francia (203.000 distacchi), il Belgio (178.000 distacchi), l’Austria (120.000 distacchi) e la Svizzera (104.000 distacchi).

Consigliati