Ilva: Fiom, ArcelorMittal cede ex Magona Piombino, serve confronto

Roma, 12 ott. (AdnKronos) – “La Fiom è preoccupata da un’operazione della quale non si conosce nulla se non chi vende e chi compra” : “è assolutamente necessario che, prima di definire la cessione, ArcelorMittal incontri le organizzazioni sindacali ad ogni livello per illustrare e discutere i dettagli dell’operazione a partire dal piano industriale. Questa operazione di vendita non può assolutamente avere ripercussioni occupazionali”. Ad affermarlo in una nota è Mirco Rota, coordinatore nazionale per la siderurgia della Fiom Cgil, dopo aver appreso “da un comunicato del gruppo anglo-indiano che ArcelorMittal ha ricevuto un’offerta vincolante dal gruppo Liberty house per l’acquisizione dello stabilimento di Piombino, la ex Magona, e di quelli di Ostrava (Repubblica ceca), Galati (Romania) e Skopje (Macedonia). Cessioni che Am ha concordato con la Commissione europea a seguito dell’indagine dell’authority sulla concorrenza nell’ambito dell’operazione di acquisizione dell’Ilva”.

Consigliati