Ilva: Fiom, ArcelorMittal cede ex Magona Piombino, serve confronto

Roma, 12 ott. (AdnKronos) – “La Fiom è preoccupata da un’operazione della quale non si conosce nulla se non chi vende e chi compra” : “è assolutamente necessario che, prima di definire la cessione, ArcelorMittal incontri le organizzazioni sindacali ad ogni livello per illustrare e discutere i dettagli dell’operazione a partire dal piano industriale. Questa operazione di vendita non può assolutamente avere ripercussioni occupazionali”. Ad affermarlo in una nota è Mirco Rota, coordinatore nazionale per la siderurgia della Fiom Cgil, dopo aver appreso “da un comunicato del gruppo anglo-indiano che ArcelorMittal ha ricevuto un’offerta vincolante dal gruppo Liberty house per l’acquisizione dello stabilimento di Piombino, la ex Magona, e di quelli di Ostrava (Repubblica ceca), Galati (Romania) e Skopje (Macedonia). Cessioni che Am ha concordato con la Commissione europea a seguito dell’indagine dell’authority sulla concorrenza nell’ambito dell’operazione di acquisizione dell’Ilva”.

Consigliati

Sponsorizzato

La pubblicità su La Voce? PIù spendi più guadagni

La pubblicità su La Voce? Più spendi più guadagni

Lo sapevi che più pubblicità fai sul nostro quotidiano on line e sul nostro free press più guardagni? Da quest’anno, infatti, è stato approvato il cosiddetto Bonus Pubblicità che permette alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli enti non commerciali di usufrire di un credito d’imposta in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa. L’ammontare del beneficio Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati e, addirittura, del 90% nel caso si tratti di microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative.