Iccrea: a Consob prima Dnf, forte orientamento su sostenibilità (2)

(AdnKronos) – Dalla Dnf, inoltre, emerge l’evidenza di un consistente presidio sistemico – da parte delle diverse strutture del Gruppo – dei rischi non finanziari rilevanti per il Gruppo Iccrea, così come la presenza di specifiche policy a copertura di tutti i temi non finanziari del gruppo.

“La prima redazione della Dichiarazione Non Finanziaria del Gruppo bancario Iccrea coincide con un momento di profonda e radicale trasformazione dell’assetto organizzativo e strategico del Credito Cooperativo”, commenta Giulio Magagni, presidente del gruppo.

“La riforma avviata con la Legge 49 del 2016 – ha proseguito Magagni – ha portato il nostro sistema ed il Gruppo ad una radicale riorganizzazione, con l’obiettivo di assicurare alle Banche di Credito Cooperativo, ai loro soci e clienti profili più sicuri di patrimonializzazione, maggiore capacità di rispondere alle esigenze di garanzia, innovazione e sviluppo dei prodotti e dei servizi offerti, funzionali all’incremento della redditività e della solidità delle Banche di Credito Cooperativo”.

Consigliati

Sponsorizzato

La pubblicità su La Voce? PIù spendi più guadagni

La pubblicità su La Voce? Più spendi più guadagni

Lo sapevi che più pubblicità fai sul nostro quotidiano on line e sul nostro free press più guardagni? Da quest’anno, infatti, è stato approvato il cosiddetto Bonus Pubblicità che permette alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli enti non commerciali di usufrire di un credito d’imposta in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa. L’ammontare del beneficio Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati e, addirittura, del 90% nel caso si tratti di microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative.