Governo: domani scelta Mattarella, Casellati in pole ma rosa si allarga/Adnkronos

Roma, 17 apr. (AdnKronos) – Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, stringe i tempi e domani dovrebbero terminare i giorni concessi ai partiti dopo il secondo ciclo di consultazioni per ulteriori confronti e trattative e il Capo dello Stato dovrebbe prendere e annunciare le sue decisioni “per uscire dallo stallo che si registra”. Sembra in calo l’ipotesi di un pre-incarico a Luigi Di Maio o a Matteo Salvini, mentre appare più probabile che si vada sull’incarico esplorativo, con al momento un orientamento che appare prevalente per la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, senza che tuttavia l’omologo della Camera, Roberto Fico, possa essere considerato fuori dai giochi.

E’ chiaro che si tratta di due possibilità che presentano anche diversi risvolti politici. Scegliere Casellati significherebbe infatti riconoscere una primazia al centrodestra nel tracciare la strada per un prossimo governo, sgombrando il campo in partenza anche da conventio ad excludendum nei riguardi di Silvio Berlusconi. Viceversa, la chiamata di Fico potrebbe porre M5S nella condizione di condurre il gioco per la formazione del prossimo esecutivo, magari orientandosi sul ‘forno’ del Pd, aprendo tuttavia possibili fratture all’interno dei Cinquestelle.

E nelle ultime ore si comincia a ipotizzare che il Capo dello Stato potrebbe chiamare come ‘esploratore’ un terzo candidato. Un nome e un profilo che suscitano diversi interrogativi nei vari palazzi della politica e che potrebbero trovare risposta nella figura di Franco Modugno, giudice costituzionale dal dicembre 2015.

Consigliati