Governo: 5 anni fa pre-incarico a Bersani, il primo fu a De Gasperi/Adnkronos

Roma, 15 apr. (AdnKronos) – “Verificare l’esistenza di un sostegno parlamentare certo, che consenta la formazione del governo”. Fu con questo obiettivo che nel marzo di cinque anni fa il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, affidò un pre-incarico per formare l’esecutivo all’allora segretario del Pd, Pier Luigi Bersani.

Praticamente una sorta di esplorazione ma con una finalità precisa, senza quindi le caratteristiche del cosiddetto incarico esplorativo, affidata perciò ad una personalità potenzialmente in grado di guidare una compagine ministeriale, basata su una maggioranza al momento non esistente, ma che appare appunto possibile. Ad esempio perché, come accadeva cinque anni fa, si dispone di numeri sufficienti in un ramo del Parlamento, in quel caso la Camera, ma non nell’altro.

Un’ipotesi della quale si torna a parlare in questi giorni, individuando nei leader del Movimento 5 stelle, Luigi Di Maio, e della Lega, Matteo Salvini, i possibili destinatari di un simile incarico. Anche se per i diretti interessati si tratterebbe comunque di un compito pieno di incognite, come dimostra l’esperienza dello stesso Bersani, che dopo pochi giorni fu costretto a gettare la spugna.

Consigliati