Flixbus: sbarca in Usa, da 31 maggio nuovi collegamenti in 28 città

Roma, 16 mag. (AdnKronos) – Dopo aver rivoluzionato il settore della lunga percorrenza in Europa, FlixBus esporta il suo modello di business unico negli Stati Uniti. A cinque anni dal lancio in Europa, gli autobus verdi faranno il loro esordio a partire da giovedì 31 maggio in 28 città americane, tra cui Los Angeles, San Francisco, Las Vegas, San Diego e Phoenix. Obiettivo: arrivare a operare 1.000 collegamenti giornalieri entro il 2018. È quanto hanno annunciato l’operatore della mobilità e i suoi primi partner locali nel nuovissimo quartier generale a Los Angeles, California.

Fondata in Germania da Jochen Engert, Daniel Krauss e André Schwämmlein ed entrata sul mercato tedesco nel 2013, FlixBus nasce dal connubio di start-up tech, piattaforma di e-commerce e impresa di trasporto tradizionale, ed è caratterizzata da un modello di business unico nel suo genere basato sulla collaborazione con le pmi di autotrasporti del territorio: secondo tale modello, FlixBus si occupa della pianificazione di rete, del marketing, della comunicazione e del pricing, mentre le aziende partner svolgono il servizio operativo mettendo a disposizione autobus e autisti.

“La mobilità può e deve essere un diritto per tutti. Con l’aiuto delle tecnologie più all’avanguardia, ci impegniamo da sempre a fornire ai nostri passeggeri la migliore esperienza di viaggio, offrendo loro un servizio innovativo e green per scoprire il mondo», ha dichiarato André Schwämmlein, fondatore e ceo di FlixBus. «Il nostro modello di business ha completamente rivoluzionato la concezione del viaggio in autobus in Europa, e ora siamo entusiasti di portare questa novità anche negli Stati Uniti”.

Consigliati