Federfarma: “Indignato per attacchi a omeopatia”

Roma, 12 ott. (AdnKronos Salute) – In sanità “stiamo vivendo una sorta di ‘medioevo culturale’ dove le fake news la fanno da padrone, con una deriva pericolosissima. E sono indignato dall’attacco che l’omeopatia sta subendo in questi anni, spesso nel silenzio di molti medici”. Il monito arriva da Vittorio Contarina, vicepresidente di Federfarma, in occasione del convegno ‘Il supporto al paziente oncologico: il ruolo del farmacista e l’opportunità dei medicinali omeopatici’, organizzato da Boiron nell’ambito della manifestazione ‘Farmacistapiù’, in corso all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

“Il nostro compito di farmacisti – ha aggiunto Contarina – è quello di divulgare cultura sanitaria e veicolare verità, a fronte di informazioni troppo spesso non controllate”. In particolare “laddove si fa tanto parlare di aderenza alla terapia e presa in carico del paziente, sono convinto che si debba guardare al farmacista esperto in omeopatia come esempio di vera e propria presa in carico, perché si tratta di un professionista che va sempre in profondità, che guarda al paziente a tutto tondo, che guarda non solo alla malattia ma all’intera sfera personale e famigliare di chi ha di fronte”.

Consigliati

Sponsorizzato

La pubblicità su La Voce? PIù spendi più guadagni

La pubblicità su La Voce? Più spendi più guadagni

Lo sapevi che più pubblicità fai sul nostro quotidiano on line e sul nostro free press più guardagni? Da quest’anno, infatti, è stato approvato il cosiddetto Bonus Pubblicità che permette alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli enti non commerciali di usufrire di un credito d’imposta in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa. L’ammontare del beneficio Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati e, addirittura, del 90% nel caso si tratti di microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative.