Etihad: in 2017 riduce perdite a 1,95 mld dollari

Roma, 14 giu. (AdnKronos) – Etihad Airways riduce le perdite e migliora la sua performance operativa core del 22% nel 2017, nonostante le sfide rappresentate dall’aumento del prezzo del carburante, l’entrata in amministrazione straordinaria dei suoi equity partner Alitalia e airberlin e l’investimento iniziale in un ampio programma di business transformation. Ad annunciarlo è la compagnia in una nota. La compagnia aerea ha registrato un incremento dell’1,9% nei ricavi derivanti dalle attività core, pari a 6,1 miliardi di dollari (rispetto ai $5,9 miliardi del 2016). Allo stesso tempo ha ridotto le perdite nelle attività core di 432 milioni, per un totale di 1,52 miliardi (nel 2016 la perdita ammontava a 1,95 miliardi). I risultati del 2017 riguardano le operazioni core della compagnia aerea ed escludono qualsiasi voce straordinaria o non ricorrente.

I ricavi derivanti da passeggeri e merci sono migliorati in seguito alla gestione della capacity e ad alcune modifiche al network, con una maggiore attenzione al traffico point-to-point, facendo leva sulla tecnologia e sulle migliori condizioni di mercato. Un forte focus sull’efficienza ha generato una riduzione del 7,3% dei costi unitari, nonostante l’impatto negativo di 337 milioni derivante dall’aumento del prezzo del carburante. La compagnia aerea ha ridotto le spese amministrative e generali del 14%, per un totale di 162 milioni, rispetto al 2016.

Etihad Airways ha trasportato 18,6 milioni di passeggeri con un load factor pari al 78,5%. L’available seat kilometers (ASKs) è aumentato dell’1% nel 2017, riflettendo un notevole contenimento della crescita della capacity e contribuendo a migliorare la qualità dei ricavi della compagnia aerea. Etihad Cargo ha ridotto la propria capacità del 6%. Tuttavia, i ricavi sono diminuiti solo marginalmente (-0,8%), trainati da load factor e ricavi più sostenuti. Nel 2017, Etihad Cargo ha trasportato 552.000 tonnellate di merci.

Consigliati