Ema: da Ue ok a richieste M5s, commissione e consiglio devono chiarire

Milano, 16 mag. (AdnKronos) – “Prime crepe sulla scelta di Amsterdam. La Commissione Petizioni del Parlamento europeo ha approvato la richiesta avanzata dal Movimento 5 Stelle di inviare una lettera a Commissione, Consiglio e capi negoziatori del trilogo per chiedere chiarimenti sulle procedure che hanno portato alla scelta di Amsterdam quale prossima sede dell’Ema. È un primo, importante, passo politico nella giusta direzione per fare chiarezza e mettere Amsterdam alle strette”. Così, in una nota, i parlamentari del Movimento 5 Stelle Eleonora Evi, Piernicola Pedicini e Marco Valli commentano l’audizione del sindaco Giuseppe Sala che si è tenuta oggi nella Commissione Petizioni del Parlamento europeo.

“Nella lettera – si legge nella nota – verranno richieste informazioni puntuali sulle relazioni trimestrali che le autorità olandesi devono fornire sull’avanzamento dei lavori e sulla stima dei costi”. E “se venisse violata la business continuity, impattando sulla salute dei cittadini e sugli interessi finanziari dell’Unione, Milano deve tornare in gioco. Milano è pronta”.

“La risposta della Commissione europea durante l’audizione è stata deplorevole: non ha valutato nel merito le proposte, impedendo una scelta equa e trasparente che avrebbe premiato Milano e ha opposto un vergognoso silenzio sulla variazione dell’offerta a sorteggio avvenuto”. L’Europa “persevera nei suoi errori: lo scorso 13 marzo è stata infatti presentata la proposta per la scelta dell’agenzia del lavoro e le procedure sono esattamente le stesse che hanno penalizzato Milano. È assurdo – concludono i tre europarlamentari – che l’Europa non rimedi ai propri errori e alle ingiustizie che ha provocato con il sorteggio con la monetina”.

Consigliati